Sab 3 Set 2016 - 661 visite
Stampa

Il cuore di Ferrara nel magazzino della Protezione Civile

La raccolta fondi allestita grazie alle associazioni di volontariato della Croce Rossa

index1di Carolina Fiorini

Ferrara esprime tutta la sua solidarietà alle zone del centro Italia colpite dal terremoto lo scorso 24 agosto mobilitando una raccolta di donazioni a favore delle vittime e degli sfollati.

Articoli per l’igiene personale, alimentari a lunga conservazione, stoviglie usa e getta, prodotti per l’infanzia, power bank per telefoni cellulari: sono questi i beni di prima necessità che sono stati raccolti e imballati in più di 200 scatoloni presso il magazzino unificato della Protezione Civile di Ferrara per la raccolta delle donazioni a favore delle vittime del Sisma Centro Italia in via Marconi 35.

Tra i materiali imballati e pronti ad essere spediti nelle aree coinvolte dal sisma vi sono anche 823 libri frutto della precedente raccolta #libripertendopoli – che ne raccolse in totale 21.345 – lanciata nel 2012 dalla giornalista Camilla Ghedini successivamente le scosse che sconvolsero l’Emilia Romagna.

index2La raccolta fondi è stata allestita tempestivamente e congiuntamente alle associazioni di volontariato della Croce Rossa, “un’organizzazione lampo dovuta alla precedente esperienza sismica ferrarese, organizzazione che ha coinvolto un centinaio di operatori e volontari” ha precisato Alessio Zagni, presidente della Croce Rossa di Ferrara. “Un ringraziamento speciale va a tutte le persone che hanno dedicato tempo a quest’operazione – continua l’assessore Aldo Modonesi –: volontari di grande livello e professionalità si sono messi al servizio dei cittadini, dando una risposta pratica e immediata”.

Il complessivo delle donazioni al momento rimane in territorio ferrarese in attesa delle più precise indicazioni di smistamento del direttivo nazionale e, “in caso non dovessero partire per le zone colpite dal sisma, tutti i materiali verranno ridestinati rispetto ai bisogni del territorio” rassicura il presidente Zagni.

Intanto le iniziative di solidarietà proseguono: il 25 settembre infatti, presso la chiesa di Santa Maria della Consolazione in via Mortara verrà realizzata la cena del terzo settore organizzata dal Comune di Ferrara e dalla contrada di Santo Spirito, con più di 300 posti messi a disposizione e i cui fondi verranno devoluti alle zone terremotate.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi