ven 8 Lug 2016 - 33 visite
Stampa

La “biere en rose” debutta a Mangiafexpo

E’ la prima birra rosa naturale da aperitivo

L'archibirraio Feggi ed il sommelier Zanotti

L’archibirraio Feggi ed il sommelier Zanotti

“La Biere en Rose”, così l’hanno chiamata l’archibirraio Pier Luigi Feggi ed il sommelier Nicola Zanotti, è la nuova birra da aperitivo servita nello spazio del Pub e Beer Shop 2 Gobbi, al Mangiafexpo in piazza Trento e Trieste a Ferrara.

E’ la prima birra rosa naturale da aperitivo, leggera ma proteica, fatta con il grano biologico del Delta del Po. Una amarena è fatta scivolare nel bicchiere della blanche artigianale: si tratta della Duchessa Isabella, la blanche di Birra dei Diamanti, che viene servita al momento della mescita con una amarena Luxardo, l’antica azienda padovana che produce le migliori amarene sciroppate al mondo.

birra 1I sentori decisi del grano bio macinato a pietra nel Mulino Sima di Argenta, presenti prepotentemente nella birra, conferiscono il caratteristico gusto fresco ed acidulo alla blanche che si sposa con il flavour speziato della amarena veneta.

La Biere en rose attrae il pubblico giovane, le ragazze e soprattutto gli stranieri che si aggirano incuriositi tra gli stand del Mangiafexpo. La nuova creazione rosa è indicata per gli aperitivi e per i finger food in particolare, cioè quelle preparazioni che si prendono con le mani senza posate.

Ferrara si presenta ancora una volta come una fucina di idee birrarie di tendenza, per avvicinare il mondo delle birre artigianali al pubblico sempre più esigente dei turisti e degli amanti dei cocktail estivi smart. Una ‘vie en rose’ tutta ferrarese di fianco alla cattedrale di Ferrara.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi