Mar 31 Mag 2016 - 1587 visite
Stampa

I rapper dell’Ipsia sfidano il bullismo

Su Youtube nasce il canale "The New Poets" per mettere in musica i problemi adolescenziali

ipsiaI ‘nuovi poeti’ dell’Ipsia “Ercole I d’Este” di Ferrara colpiscono su Youtube con il video “Sarò me stesso” (La poesia sfida il bullismo), pubblicato lo scorso 27 maggio a conclusione del progetto “The New Poets” che si è svolto durante l’anno scolastico 2015-2016.

Il progetto si pone l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti all’arte poetica. Discenti e docenti, durante l’anno scolastico, scrivono canzoni su argomenti di rilevanza sociale.

Quest’anno la canzone ha come oggetto il bullismo, un fenomeno che influenza negativamente la vita di migliaia di adolescenti in Italia e nel resto del mondo. Inoltre, l’iniziativa risponde alla nota ministeriale “Linee di orientamento per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo” (nota Miur prot. n. 2519 del 15 aprile 2015).

La classe ha deciso di trattare questa tematica perché alcuni studenti hanno subito atti di bullismo nello scorso anno scolastico. Il genere musicale utilizzato è il rap, che attualmente è quello che coinvolge attivamente i giovani del XXI secolo. Gli studenti e alcuni docenti della classe II B, in collaborazione con il rapper Esse, in qualità di consulente musicale, hanno scritto e interpretato una canzone intitolata “Sarò me stesso”.

I ragazzi hanno sentito il bisogno di manifestare attraverso l’arte hip hop il loro pensiero, condannando fermamente il bullismo. Fondamentale è stata anche la collaborazione del ballerino Carlos Kamizele. Successivamente, il video è stato realizzato e montato dai ragazzi della classe II B presso l’istituto Ipsia.

La canzone è visibile su YouTube sul canale “The New Poets”, che ospiterà prossimamente altri video originali realizzati da docenti, studenti e rapper su tematiche riguardanti i problemi adolescenziali. Il prossimo video avrà come oggetto i disturbi specifici di apprendimento. Questo canale nasce con l’obiettivo di stimolare la sensibilità artistica degli studenti su tematiche che non trovano spazio nel settore commerciale della musica contemporanea e che, con la didattica laboratoriale, possono risultare più facili da affrontare tra i banchi scolastici.

Il progetto fa parte del piano dell’offerta formativa dell’anno scolastico 2015-16 dell’istituto “Copernico-Carpeggiani” di Ferrara.

A seguire testo e video.

Ho 15 anni e mi sento inutile,
tutto intorno mi sembra futile,
che senso ha seguire queste regole
se poi ti rendono più debole,
resto in disparte tra le tenebre.

La nuova scuola è così grande
che mi sento piccolo,
in confronto ai grandi sono ridicolo,
ma vorrei sapere di me che cosa dicono,
avrei cose da dirgli, ma loro non mi capiscono.

Spesso parlo tra me e me tra un tram e l’altro
anche questa mattina in ritardo,
lancio fuori lo sguardo,
vedo un mondo al contrario,
in mezzo agli altri sono un lupo solitario.

Basterebbe poco per essere accettato:
bere o fumare? Non ho mai provato,
sono pulito, non mi sono ancora rovinato:
per questo mi sento po’ sfigato.

Non lasciare che la vita vinca te,
be yourself,
be yourself.

Sono stanco di stare solo
e ho voglia di prendere il volo,
m’hanno accettato nel branco
facendo casino dall’ultimo banco
ed ora guardo tutti dall’alto.

Abbandonare me stesso per diventare un altro,
se questo è il prezzo da pagare, lo faccio:
fumare? Lo faccio!
Bere? Lo faccio!
E’ una sfida di coraggio,
ma forse non mi piaccio.

A casa è un disastro,
spesso torno tardi,
i miei rompono forse sono esausti,
magari sono io a fare troppi sbagli;
i vecchi amici mi chiedono: “Quand’è che cambi?”

Poi un rumore, mi sveglio, sono nel letto,
era tutto un sogno e forse è meglio.
Chi voglio diventare? Sono io che scelgo,
non sarò ciò che vogliono gli altri,
sarò me stesso!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi