Mer 30 Mar 2016 - 58 visite
Stampa

I diritti delle donne partono dalla scuola

All'Einaudi la docente Giolo analizzerà la condizione delle donne del mondo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA“I diritti delle donne nel mondo contemporaneo” sarà il tema affrontato venerdì 1 aprile, dalle 10 alle 12, all’istituto Einaudi per un nuovo appuntamento di ApertaMente. A confrontarsi con studenti e cittadini sarà Orsetta Giolo, docente associata di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara.

Le donne vivono in paesi e contesti profondamente differenti sotto il profilo politico-istituzionale, economico, sociale, culturale e religioso. Tuttavia, è ancora possibile riconoscere, nel mondo d’oggi, l’esistenza di una struttura patriarcale, di matrice transculturale, che mira a mantenerle in una condizione di soggezione o di vera e propria oppressione, reinventando o adattando di volta in volta i meccanismi di dominazione.

Per questo motivo, ovunque, le donne continuano a rivendicare il diritto alla libertà, nella pluralità delle culture, delle esperienze e delle tradizioni religiose. Vale la pena dunque conoscere in che modo oggi le donne e i movimenti promuovono l’eguaglianza tra le persone, al fine di comprendere il fatto che tale processo di liberazione e di affermazione dei diritti non è ancora terminato e investe, di conseguenza, le giovani generazioni.

Nell’aula magna di via Savonarola 32 la studiosa analizzerà quindi con particolare attenzione la condizione attuale delle donne del mondo, peraltro nell’anniversario dei settant’anni del voto alle donne in Italia; non mancheranno tuttavia alcuni riferimenti a testi storici di antesignane del femminismo quali Olympe de Gouges – sua è la “Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina”, del 1791–, Mary Wollstonecraft, che nel 1792 pubblicò la “Rivendicazione dei diritti della donna”, ed Emmeline Goulden Pankhurst, dal cui libro autobiografico “Suffragette, la mia storia”, del 1914, è tratto il film attualmente in proiezione nelle sale cinematografiche.

L’evento, di alto livello culturale, ha nella relatrice un’attenta studiosa di varie culture giuridiche, del multiculturalismo, del femminismo arabo-musulmano e dell’universalità dei diritti umani, argomenti sui quali la professoressa Orsetta Giolo ha pubblicato, anche nell’anno corrente, numerosi contributi in volumi e in riviste.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi