ven 15 Mag 2015 - 977 visite
Stampa

Nasce la Ferrara film commission

Un contenitore locale per tutte le figure collegate al mondo delle immagini

unnamed (7)di Anja Rossi

Nasce la Ferrara film commission (Ffc), per ridare valore alla città estense nell’ambito cinematografico. Ferrara in passato ha potuto godere di molte figure di riferimento nel cinema nazionale e internazionale: Florestano Vancini, Michelangelo Antonioni, Folco Quilici, Carlo Rambaldi e Arnoldo Foà, non sono che i più famosi ad essere usciti dalle mura estensi per farsi conoscere nel mondo. La neonata associazione culturale Ferrara film commission vuole invece far crescere all’interno delle mura le potenzialità e i frutti artistici del territorio, creando un centro che diventi polo attrattivo per produzioni cinematografiche e audiovisive, favorendo al contempo la promozione del territorio.

Oltre a essere nata per favorire sul territorio ferrarese l’ambientazione di produzioni televisive, cinematografiche, pubblicitarie (film, fiction, spot, video clip, documentari, servizi fotografici…), la Ffc vuole essere in parallelo un contenitore locale per registi, video maker, fotografi, musicisti, scrittori e altre figure collegate al mondo delle immagini come lo possono essere scultori, costumisti, scenografi, artigiani. “La Ferrara film commission nasce anche per poter dare degli strumenti a questi differenti soggetti, spesso scollegati tra loro nel territorio – spiega il presidente e ideatore della Ffc Alberto Squarcia –, e vuole offrire un aiuto essenziale per dialogare con le produzioni nazionali, cogliere i finanziamenti e creare rapporti con le istituzioni”.

L’idea è quella di far convergere produzioni nazionali e internazionali sul territorio, comportando anche una valorizzazione dello stesso territorio ferrarese, dal delta alle delizie estensi, dai palazzi nobiliari ai giardini, molte sono le location appetibili secondo i membri dell’associazione. “Creare una realtà del genere vuol dire anche un ritorno economico sul nostro territorio – spiega Alberto Squarcia -. In regioni come la Basilicata si è creduto in un progetto simile e si sono investiti dei soldi, ora da un film come ‘Basilicata coast to coast’ si è arrivati anche a valorizzare tutta la regione e a produrre nuovi film”.

Servono dunque fondi per procedere con i lavori dell’appena nata associazione, ma gli intenti sono già chiari. “Siamo e vogliamo rimanere una film commission indipendente – spiega Squarcia -, ma il nostro vuole essere un dialogo aperto con le istituzioni e anche coi privati, che ora godono di forti detassazioni se investono in progetti culturali”. Proprio in questi giorni i soci fondatori hanno incontrato le realtà locali di Ascom, Cna, Arci ed Ecipar. Il prossimo passo sarà incontrare l’assessore alla cultura Massimo Maisto e presentarsi alla Regione e alla nuova Provincia.

“Perché Ferrara deve essere sempre l’ultima, perché siamo sempre così modesti? – si chiede Squarcia -. La nostra nasce come associazione culturale, ma nel tempo intende svilupparsi come fondazione o consorzio. I soci fondatori sono 29, ma attendiamo altri sostenitori e istituiremo dei soci onorari come Umberto Eco, Folco Quilici e Giuliano Montaldo. Il nostro è un progetto culturale con prospettive economiche, pensato anche per dare occupazione ai giovani”. Tra gli ideatori del progetto insieme ad Alberto Squarcia c’è anche Vitaliano Teti, e in poco tempo sono già nate alcune importanti collaborazioni, come quella con il Ferrara film festival ideato da Maximilian Law. “A Ferrara ne potremo vedere delle belle – concludono gli organizzatori -. Noi siamo con Law e lui è a favore del nostro progetto: questo sfocerà in interessanti interscambi tra Italia e Usa”.

Altre informazioni su www.ferrarafilmcommission.it.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi