Gio 14 Mag 2015 - 132 visite
Stampa

Venezia 72, Elisa Sednaoui, madrina della Mostra

Alfonso Cuaròn sarà il presidente della Giuria Internazionale dei film in concorso

Alfonso CuaronL’attrice Elisa Sednaoui sarà la madrina delle serate di apertura e di chiusura della 72a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

L’evento si terrà al Lido dal 2 al 12 settembre 2015 e sarà ancora diretta da Alberto Barbera, organizzata dalla Biennale di Venezia, sempre presieduta da Paolo Baratta

Elisa Sednaoui presenterà la serata di apertura mercoledì 2 settembre 2015, sul palco della Sala Grande (Palazzo del Cinema al Lido), in occasione della cerimonia di inaugurazione ed il 12 settembre condurrà la cerimonia di chiusura, durante la quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali della 72a Mostra.

Elisa Sednaoui, nata in Italia nel 1987 (Bra), è cresciuta tra Egitto, Italia e Francia. Dopo essersi affermata come modella internazionale, ha debuttato nel cinema nel 2010 nel ruolo femminile principale di Indigène d’Eurasie (Eastern Drift) del regista lituano Sharunas Bartas, presentato al Forum del Festival di Berlino. Ha avuto poi il ruolo femminile principale in Bus Palladium (2010) di Christopher Thompson, film nominato ai César. Ha partecipato quindi a L’amour dure trois ans (2012), diretto da Frédéric Beigbeder, e a La leggenda di Kaspar Hauser (2012) di Davide Manuli, con Vincent Gallo, Fabrizio Gifuni e Claudia Gerini, film presentato al Festival di Rotterdam.

Nel 2013 ha partecipato a Les Gamins di Anthony Marciano, nonché a Libertador di Alberto Arvelo con Edgar Ramirez, Maria Valverde e Danny Houston, presentato al Festival di Toronto.

Nel 2014 ha interpretato il ruolo di Francesca in Soap opera di Alessandro Genovesi, film d’apertura del Festival di Roma.

VENEZIA 72 - Elisa Sednaoui, madrina della 72a Mostra del Cinema di Venezia okNel 2015 Elisa Sednaoui, è coraggiosamente passata dietro alla m.d.p., debuttando nella regia col documentario Image of a Woman, ancora inedito.

Recentemente ha creato la Elisa Sednaoui Foundation (ESF), un progetto ambiziosamente umanitario, concepito per promuovere lo sviluppo personale ed educativo dei giovani nelle aree rurali egiziane, e quindi con minori opportunità, incoraggiando la creatività, la tolleranza e i valori democratici, proponendo attività culturali ed extra-scolastiche. Uno dei paesi dove ESF intende iniziare a lavorare prima della fine del 2015 è proprio l’Italia.

Sarà il regista Alfonso Cuarón (“Y tu mamá también”, “I figli degli uomini”, “Gravity”) a presiedere la Giuria Internazionale del Concorso della 72a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che assegnerà il Leone d’oro per il miglior film e gli altri premi ufficiali.

Vincitore di due Oscar, per la miglior regia e il miglior montaggio di “Gravity”, spettacolare e claustrofobico film d’apertura, nonostante il ‘tema’ – come si ricorderà – della Mostra di Venezia del 2013 che ottenne in tutto 7 Oscar, Cuarón ha avuto altre quattro nominations agli Academy Awards ®, sempre per film presentati in prima mondiale a Venezia: “Y tu mamá también” (2001, per la miglior sceneggiatura), “I figli degli uomini” (2006, miglior sceneggiatura e miglior montaggio), “Gravity” (2013, miglior film).

Il legame di Cuarón con la Mostra risale dunque al 2001, quando “Y tu mamá también” vinse l’Osella per la miglior sceneggiatura (di Carlos e Alfonso Cuarón) ed il Premio Marcello Mastroianni (Gael García Bernal e Diego Luna). Direttore della Mostra era, pure allora, Alberto Barbera. Nel 2006, “I figli degli uomini” vinse l’Osella per la migliore fotografia, premiando Emmanuel Lubezki, ‘maestro della luce’ anche per “Gravity”, interpreti d’eccezione George Clooney e Sandra Bullock.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi