Gio 7 Mag 2015 - 291 visite
Stampa

Cancelli aperti ai giardini del quadrivio

Continuano le aperture primaverili con visite guidate a cura di Arch'è

Tutti i venerdì, sabato e domenica fino al 7 giugno, dalle 11 alle 18.30, l’associazione Arch’è in collaborazione con il liceo Ariosto, apre i cancelli che portano al laboratorio nei giardini del quadrivio. Accessi da corso Ercole I d’Este 25a e da corso Biagio Rossetti 4.

I soci di Arch’è sono a disposizione dei visitatori, ma è possibile accedere anche autonomamente all’area verde che fiancheggia il palazzo dell’archiatra ducale Francesco da Castello e leggere i pannelli storici o le schede con gli aggiornamenti ma, attenzione, non aspettatevi di entrare nel palazzo che i più conoscono come Prosperi-Sacrati, è inaccessibile e lo sarà a lungo. Infatti per il suo restauro integrale occorrono dai 10 ai 12 milioni di euro, che non ci sono (il Comune auspica l’intervento di privati), ed è anche è inutile sperare di poter accedere almeno al loggiato rossettiano, al massimo se ne può scorgere la sequenza delle arcate se ci si sposta in fondo alla antica corte, dove erano gli antichi orti.

Intanto si può scoprire quello è rimasto del palazzo, fotografarlo da punti di vista inconsueti e inviare gli scatti al gruppo aperto di Facebook “Palazzo da Castello Prosperi Sacrati e i suoi antichi spazi di pertinenza” in cui sono state postate anche testimonianze sulla caserma Gorizia e sugli abitanti dell’ex caserma: un laboratorio in progress organizzato da Arch’è a cui collaborano anche comuni cittadini.

In occasione delle recenti aperture primaverili, anche numerosi visitatori hanno notato che la vegetazione si sta velocemente appropriando delle cinque aree funzionali del laboratorio, rischiando così di vanificare anni di lavoro. Insieme a Ferrara Mia, l’interessante iniziativa promossa dall’Urban Center, Arch’è sta cercando di affrontare tale criticità alla luce dei tagli effettuati alla manutenzione del verde pubblico. con lo scopo di trovare una soluzione condivisa per salvaguardare un luogo che è un bene comune.

Per festeggiare l’ottavo anno dalla fondazione di Arch’è, dalle 14 alle 16 di venerdì 8 maggio, Silvana Onofri accompagnerà un gruppo di studenti nella visita al laboratorio e parlerà sul tema “Un luogo ricco di sorprese”, la conversazione è aperta al pubblico. La visita guidata sarà replicata domenica 10 maggio alle 17, ritrovo davanti al cancello di corso Ercole I d’Este.

Per informazioni contattare il numero 3311055853 o scrivere a arche.ferrara@gmail.com.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi