Mar 21 Apr 2015 - 182 visite
Stampa

Il primo CoderDojo a Cento

Una cinquantina di bambini hanno partecipato al laboratorio di Digital Champions

ppppp

Cento. Una mattinata di gioco e creatività che ha unito bambini e adulti in nome di poche regole: collaboriamo, ci sporchiamo le mani, facciamo esperimenti guidati dalla passione. È questo lo spirito che ha animato il primo CoderDojo a Cento, laboratorio gratuito e aperto a bambini e ragazzi, svoltosi sabato 18 aprile a Centec, sede centese del Tecnopolo dell’Università di Ferrara.

La manifestazione ha accolto circa 50 bambini che hanno partecipato a tre laboratori: giochiamo con le Bee-Bot (5-6 anni), costruiamo uno Scarabot (7-8 anni) e divento un programmatore con Scratch (7-12 anni) e Makey Makey, aiutati dai mentor del CoderDojo Bologna, nato nel 2013 e da allora attivissimo.

Una ‘rivoluzione digitale’ a portata di bambino inserita nel progetto Digital Champions che si propone di stimolare la diffusione della connettività Internet, soprattutto di quella con banda larga e larghissima, collaborare con la pubblica amministrazione per accelerarne la digitalizzazione e, come in questo caso, fare formazione e supportare bambini e anziani per introdurli alla cultura digitale.

“Il principio per cui è più importante il percorso che si fa insieme e quello che si è imparato lungo la strada – commenta Matteo Fortini, digital champion di Cento -, della perfezione del risultato raggiunto, è stato trasmesso in ogni momento dai mentor e ben compreso da tutti: il risultato è stata una mattina di gioco rilassato e stimolante, in cui ci si è divertiti insieme, grandi e piccoli.

La sfida ora sarà ripetere quest’iniziativa, sia per accontentare chi non è riuscito a trovare posto, sia per poter crescere e imparare insieme, realizzando attività sempre più interessanti e divertenti.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi