Mar 14 Apr 2015 - 95 visite
Stampa

L’Ue dà il primo ok al progetto “Fra terra e mare”

Primo step superato, entro l'estate si saprà se arriverà il finanziamento

SABINA MUCCHI CAN. SINDACO FISCAGLIA FUTURAFiscaglia. È stato validato il 31 marzo dall’Ue il progetto “Fra terra e mare” ideato dal Comune di Fiscaglia e dai suoi partner nell’ambito della linea di finanziamento Erasmus Plus.

Il percorso avviato dal sindaco Sabina Mucchi e dall’assessore alla Cultura Marco Mattioli e che ha visto la partecipazione dei comuni di Fiscaglia, Lagosanto, Mesola, Taglio di Po, Goro, Argenta, Comacchio e Codigoro, è così riuscito a superare il primo step, ottenendo la validazione dall’Ue.

L’amministrazione attende ora di conoscere entro l’estate se otterrà il finanziamento auspicato.

Il progetto rappresenta un’ottima opportunità per i cittadini del territorio coinvolti in quanto, sfruttando le relazioni con i partner istituzionali internazionali (comuni di Cres e Omisalj di Croazia, Mggar e Victoria di Malta, e Nèrac e Castelnau-le-Lez di Francia) vuole dare loro la possibilità di condividere e conservare patrimoni storico-artistici, paesaggistici ed enogastronomici al fine di creare una piccola rete turistica tra le comunità coinvolte.

Nello specifico, il progetto consiste nella creazione di una comunità in rete che possa incarnare un vero e proprio archivio digitale, permettendo lo scambio di conoscenze riguardanti antichi mestieri ormai scomparsi affinché possano “rivivere” ai giorni nostri in una attività di nuovo artigianato e costituire nuova linfa per le nuove generazioni, per questo devono poter essere veicolate da una lingua che non deve avere limiti di età, il tutto nell’ottica di una maggiore consapevolezza della propria appartenenza ad una cittadinanza attiva e, più in generale, alla comunità europea.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi