Sab 14 Feb 2015 - 310 visite
Stampa

Nel cuore del Carnevale Rinascimentale

Oggi rievocazione storica dell’ingresso di Anna Sforza a Ferrara e tanti eventi fino a domenica

carnevale rinascimentale 3Un San Valentino immersi nelle intriganti vicende di Corte e nelle atmosfere eleganti del Rinascimento. È quanto si può vivere nel centro storico di Ferrara questo fine settimana per gli ultimi due giorni del Carnevale Rinascimentale. Oggi, sabato 14 febbraio, è la giornata più intensa della manifestazione, perché alle 16.15 un lungo corteo storico partirà da palazzo Schifanoia fino a raggiungere piazza Municipale in onore di Anna Sforza, la madrina dell’evento il cui ingresso trionfale in città – era il 12 febbraio 1491 – sarà rievocato tra centinaia di figuranti e festeggiamenti in costume dell’epoca “cum grande ordine e magnificentia”. In piazza Municipale una folla in festa potrà assistere anche alla commedia burlesca che ha come protagonista un avvinazzato mastro Gian Barba.

Ma già dal mattino, a partire dalle 11 fino alle 22, nella via coperta del Castello Estense si spandono i profumi de “La contrada del gusto del Rinascimento”. Poi nel pomeriggio alle 15 al museo di Storia Naturale i bambini dagli 8 ai 12 anni si destreggiano in una divertente caccia al tesoro nel serraglio. A partire dalle 15.30, tra le vie del centro storico vanno in scena spettacoli di festa carnevalesca, con compagnie di teatranti, giocolieri e fuochisti, duelli cavallereschi itineranti.

I “Poeti di strada” declamano versi rinascimentali tra suoni e note, per poi lasciare spazio all’animazione in maschera a tema San Valentino con figuranti in costume e promesse d’amore esilaranti, oltre a degustazioni carnevalesche e danze del Rinascimento. Da non dimenticare, l’appuntamento delle 15.30 nel Castello Estense, dove i visitatori saranno catapultati in un tour animato nelle vicende della bella e controversa Lucrezia Borgia. I festeggiamenti si concludono con banchetti in costume a base di ricette dell’epoca (nel Castello Estense e a palazzo Roverella). In alternativa alle 21 presso la sala Estense, con ingresso ad offerta libera, la Compagnia del Vado mette in scena la commedia comica “La Calandria” di Bernardo Dovizi da Bibbiena (1470-1520).

I musei saranno aperti gratuitamente al pubblico sia sabato che domenica, con proiezioni di documentari, conferenze, danze dell’epoca, concerti di musica rinascimentali, visite guidate particolari. La manifestazione è promossa dal Comune di Ferrara e organizzata in collaborazione con l’Ente Palio di Ferrara.

A seguire il programma di oggi, sabato 14 febbraio, minuto per minuto.

Dalle 11 alle 22 nella via Coperta del Castello Estense sarà possibile fare piccole soste gastronomiche a cura della Contrada di San Giorgio, dove si potranno gustare le pietanze dal sapore rinascimentale preparate dallo chef del ristorante Don Giovanni e dall’agriturismo Le Occare con vini del territorio forniti dall’azienda Vinicola Mattarelli.

Alle 15 presso il museo di Storia Naturale, laboratorio ludico didattico per bambini dagli 8 ai 12 anni con una “Caccia al tesoro nel serraglio”e merenda offerta da Coop Estense; l’iniziativa gratuita è a cura del museo Civico di Storia Naturale e associazione Didò, offerta da “F.lli Mora Spa” (per prenotazioni contattare il numero 0532 203381 o scrivere a dido.storianaturale@gmail.com).

Alle 15.30 nel Castello Estense si svolgerà un’interessante visita animata dal titolo “Ritratto di Lucrezia Borgia, chiaroscuri del mito ferrarese”, un vero e proprio spettacolo teatrale che si svolge nelle splendide sale del Castello, a cura degli attori di Teatrortaet (per prenotazioni contattare il numero 0532 299233 o scrivere a castello.estense@provincia.fe.it).

Alle 15.30 in centro storico i gruppi teatranti delle Contrade dell’Ente Palio Città di Ferrara e della Compagnia delle Lance spezzate di Ferrara cominceranno ad animare le vie della città con alcuni spettacoli di festa carnevalesca, con banditori, piccole compagnie di teatranti, buffoni di strada, duelli cavallereschi itineranti, spettacoli di giocolieri e fuochisti, mentre dalle 15.30 alle 18 tra via Canonica e piazza Trento e Trieste “I Poeti in strada” declameranno i versi dei madrigali del rinascimento, dove l’amore, il gioco e la storia diventano tutt’uno con la musica dei flauti e delle corde pizzicate con destrezza.

Dalle 16 alle 24 in corso Porta Reno angolo via Ragno, si svolgerà un’animazione in maschera a tema “San Valentino” con figuranti in costume , esilaranti carnevalesche promesse d’amore, con degustazioni gratuite di prodotti tipici carnevaleschi, a cura di Cna associazione provinciale di Ferrara e Acc (associazioni Carnevalesche Centesi).

Alle 16 in via Mazzini si apriranno le danze rinascimentali in costumi d’epoca e i visitatori avranno la possibilità di visitare una mostra “diffusa” sulla storia della moda dal titolo “Gli abiti delle dame estensi“, raccontata nelle vetrine abbellite dei negozi (a cura di Feshion Coupon e associazione Novo Balletto Estense).

Alle 16.15 al museo di Storia Naturale, un racconto animato per bambini dai 5 ai 7 anni e una merenda offerta da Coop Estense regaleranno un clima di festa nelle sale del museo. L’iniziativa è gratuita ed è curata dal museo Civico di Storia Naturale e dall’associazione Didò, con il contributo dei “F.lli Mora Spa” (per prenotazioni contattare il numero 0532 203381 o scrivere a dido.storianaturale@gmail.com).

Alle 16.15 l’evento culminante del pomeriggio a cura delle Contrade dell’Ente Palio città di Ferrara, che prevede la rievocazione del trionfale arrivo di Anna Sforza a Ferrara il 12 febbraio 1491, novella sposa del duca Alfonso I d’Este. Il corteo storico partirà da palazzo Schifanoia per giungere a piazza Municipale, percorrendo via Madama, via Savonarola, via Terranova, via Mazzini, piazza Trento Trieste, piazza Duomo, piazza Municipale. L’ingresso in Piazza Trento e Trieste del corteo di Anna Sforza sarà salutato dal suono a festa delle campane del Duomo grazie ai Campanari Ferraresi, che daranno vita ad un solenne concerto celebrativo.

Alle 17.15 il corteo storico giungerà per il gran finale in piazza Municipale che, animata dalla festa del Carnevale, accoglierà i dignitari e gli sposi Anna Sforza ed Alfonso I d’Este. In caso di pioggia lo spettacolo avrà luogo presso la galleria Matteotti dalle 17.

Alle 20.30 nel Castello Estense (Imbarcadero 3) avrà luogo nella suggestiva location una “cena evento in costume” in pieno clima rinascimentale, con ballo , per rivivere l’emozione di una vera cena a Corte; l’iniziativa sarà a cura del Rione San Paolo. Sempre alle 20.30 nel cinquecentesco palazzo Roverella (corso della Giovecca 47) si potrà partecipare al “Banchetto a Corte”, a cura del Rione Santo Spirito e della Compagnia Borgo del Diavolo di Funo di Argelato.

Alle 21 presso la Sala Estense straordinario spettacolo rinascimentale a offerta libera con la Compagnia del Vado che, in collaborazione con il Gruppo Danza L’Unicorno, presenta la divertentissima commedia “La Calandria”, di Bernardo Dovizi da Bibbiena (1470-1520). Ad introdurre l’evento sarà lo storico del Comune Francesco Scafuri.

Sabato e domenica ingresso gratuito ai musei civici e statali. A Casa Romei (via Savonarola 30), a fine percorso museale, verrà proiettato a ciclo continuo il documentario di Rai Storia: “La Ducissa. Dai carteggi di Lucrezia Borgia”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi