Mar 4 Nov 2014 - 121 visite
Stampa

La storia di Freud ne ‘Il Visitatore’ di Schmitt

Caracciolo illustra in Ariostea il 'divertissement' che riporta con ironia alle persecuzioni razziali

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOggi, martedì 4 novembre, alle 17, presso la sala Agnelli della biblioteca Ariostea (via Scienze 17), per il ciclo ‘Libri in scena’, Stefano Caracciolo dell’università di Ferrara parlerà de “Il Visitatore” di Eric Emmanuel Schmitt. L’iniziativa è a cura dell’associazione Amici della Biblioteca Ariostea e Fondazione Teatro “Claudio Abbado” di Ferrara.

Non è la prima volta che Freud compare come personaggio. Sartre scrisse una memorabile ricostruzione dei suoi anni viennesi per un film che poi John Houston realizzò ma ignorando la sua sceneggiatura (“Freud’s Secret Passion”, 1962); Nanni Moretti lo portò al cinema in un buffo e irriverente sfogo in ‘Sogni d’Oro’, dal 2009 a Broadway; e poi, in vari teatri degli Stati uniti d’America, sta spopolando “L’Ultima Seduta di Freud” di Mark St. Germain, ambientato a Londra negli ultimi anni di vita del maestro viennese.
Ma la storia di Freud ne ‘Il Visitatore’ non è solo un ‘divertissement’ che  riporta con tutta l’ironia e la leggerezza possibili alle persecuzioni razziali, alla Vienna della Anschluss e agli orrori della Gestapo e dei forni crematori: si tratta anche e soprattutto di una profonda e trasfigurata conversazione sull’esistenza di Dio e del male del mondo, sulla ‘ragione’ e la ‘follia’, sul mondo della ‘realtà’ e quello del ‘sogno’, alla ricerca di una verità che si traveste da menzogna, sulla vita e sulla morte. Indimenticabile, inarrestabile, imperdibile.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa