Gio 2 Gen 2014 - 1329 visite
Stampa

Stupefacenti, nel 2014 giro di vite sui consumatori

Lo ha annunciato il questore nel riportare i dati del 2013 della polizia. In città meno reati, anche in zona Gad

Da sinistra: Andrea Crucianelli, Orazio D'Anna, Giulia Martucci

Da sinistra: Andrea Crucianelli, Orazio D’Anna, Giulia Martucci

Una città con meno reati, anche nella zona Gad. È questo il succo dei numeri che per oltre un’ora snocciola il questore Orazio D’Anna, affiancato dalla dirigente l’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico Giulia Martucci e dal dirigente la Squadra Mobile Andrea Crucianelli. È il riassunto di un anno di lavoro della Polizia di Stato e di reati denunciati nel Ferrarese, unito a un annuncio per il 2014: arriva un giro di vite sui consumatori di stupefacenti.

Nell’intera nostra provincia, dal primo gennaio al 20 dicembre 2013 la Ps ha eseguito 35.877 identificazioni, 111 arresti, 785 denuncie in stato di libertà e 21.990 controlli di veicoli. Le chiamate arrivate al 113 sono state 16.423, 6.510 gli interventi delle volanti, quasi dieci i chilogrammi di stupefacenti sequestrati. Si è trattato soprattutto di marijuana (cinque chili), seguita da hashish (2,3 chili), cocaina (più di un chilo) ed eroina (1,2 chili). Gli ammonimenti per atti persecutori sono stati 38, ventinove gli avvisi orali, 17 i rimpatri con foglio di via obbligatorio e dieci i Daspo, nei confronti di tifosi di basket più che di calcio, per partite che si sono svolte in provincia più che nel capoluogo. Quattro sono state le licenze di esercizi commerciali sospese (le due più note in zona Gad: Unic Pub e Money Transfer), 6.450 i passaporti rilasciati/rinnovati. Il questore ha fornito anche il numero degli extracomunitari regolarmente residenti nella nostra provincia, “in lento ma costante aumento”: il 20 dicembre scorso erano 29.721. L’Ufficio competente ha rilasciato/rinnovato 8.821 permessi di soggiorno ed espulso 182 extracomunitari: 55 dei quali portati ai Centri di identificazione ed espulsione visto che la loro identità non era certa, 30 sono stati imbarcati su aerei e navi, 44 hanno ricevuto un ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale in pochi giorni, 53 di farlo in un tempo più lungo. Allontanati anche 183 comunitari, soprattutto romeni.

Da parte sua, la Polizia Stradale ha rilevato 266 sinistri, elevato 7.744 infrazioni al Codice della Strada – di cui 1.700 per superamento dei limiti di velocità –, denunciato 165 persone per guida in stato di ebbrezza e sei sotto l’effetto di stupefacenti. Le patenti ritirate sono state 261, gli alcoltest eseguiti 16.602. La Polizia postale e delle comunicazioni ha invece denunciato 67 persone per detenzione e diffusione di materiale pornografico o contenente sfruttamento sessuale di minori.

Fin qui dunque il lavoro svolto dalla Questura, ma D’Anna ha anche comunicato il numero di reati noti alle forze dell’ordine nel loro complesso, confrontandoli con quelli del 2012: “la situazione di Ferrara non è neanche paragonabile a quella di tante altre realtà” si è limitato a commentare. Gli omicidi volontari sono scesi da sette a uno, i tentati omicidi da tre a due, quelli colposi da 16 a 12. Le lesioni volontarie sono calate da 377 a 314 (-16%), le percosse da 116 a 93 (-19%), le minacce da 568 a 455 (-19%), le ingiurie da 525 a 428 (-18%). Quanto ai reati contro il patrimonio, in discesa sono stati pure i furti, da 9.783 a 9.512 (-2,7%). In particolare, gli scippi sono calati da 90 a 56, i furti negli esercizi commerciali da 763 a 747, i furti di auto da 763 a 747, quelli di veicoli a due ruote da 66 a 62, e persino quelli di biciclette sono passati da 1.915 a 1.624. L’unico sottoinsieme a crescere è quello dei furti in abitazione, da 1.634 a 1.683. Per il resto, calano anche la ricettazione (da 110 a 66 episodi), l’usura (da due a uno), gli incendi dolosi (da 31 a 30), i danneggiamenti (da 1.752 a 1.700). In definitiva, sono aumentati solo le estorsioni (da 16 a 26), i sequestri di persone (da due a sei), le violenze sessuali (da 29 a 30), le truffe e frodi informatiche (da 532 a 657).

Un focus della conferenza stampa D’Anna ha voluto dedicarlo alla zona Gad: “Su questa zona c’è stato un impegno particolare. I giri in bicicletta – quelli degli spacciatori, ndr – ci sono, ma non ai livelli di prima: possiamo dire che la situazione è sicuramente migliorata rispetto a qualche mese fa, anche perché la spesa in risorse è veramente elevata”. Sulle quasi trentaseimila identificazioni in tutta la provincia, infatti, ben 3.530 sono avvenute in questo quartiere (1.598 di stranieri), su 22mila veicoli controllati 711 lo sono stati in zona Gad, su 785 persone denunciate, cento si trovavano qui (81 gli stranieri). Ancora: nel quartiere sono stati eseguiti 42 arresti (37 stranieri) e 24 espulsioni, il tutto solo dalla Polizia. D’Anna ha ringraziato tutti i comitati cittadini, “che hanno offerto il loro contributo di conoscenza. Anche le biciclettate sono andate in una direzione condivisa”.

Per finire, il questore ha indicato che nel 2014 nel mirino ci saranno pure i consumatori di stupefacenti. “In città c’è un consumo abbastanza importante, a cui rivolgeremo la nostra attenzione, visto che è questo a foraggiare tutta la catena. Aumenteremo i controlli sui singoli e sui gruppi: è grazie ai consumatori che il fenomeno esiste e finché queste sostanze saranno illegali noi faremo il nostro mestiere”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi