Gio 4 Lug 2013 - 410 visite
Stampa

‘Postribolo’ e sfacelo morale

“Per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno”. Questo  proverbio, ancora presente sul muro di qualche vecchio bar, fotografa bene le conseguenze del caos in piazza duomo ma in modo rovesciato. Infatti dovrebbe suonare così: “per colpa di molti ci rimetteranno tutti.” Come non essere d’ accordo?

E’ sufficiente recarsi in piazza nottetempo per vedere quanto siano vere queste parole, pochi si comportano decentemente, molti in modo quantomeno discutibile.

Bisogna ammettere però che almeno un merito questi ragazzi lo hanno: fare toccare con mano la cosiddetta “emergenza educativa”.

Basta aguzzare lo sguardo e tendere l’ orecchio, cosa che sorprendentemente, ma non tanto, i nostri amministratori non fanno; dicono di non rilevare nulla.

Consoliamoci, non rilevavano neppure gli spacciatori stazionanti sotto il grattacielo.

Ben venga, dunque, il nostro vescovo Luigi Negri, che cerca di spingere questi signori ad atteggiamenti più sani e rispettosi di sè stessi e del prossimo, e i politici che si ritengono cattolici ad agire conformemente agli insegnamenti del Vangelo, senza indulgere, o peggio, farsi complici, con lo sfacelo morale che è sotto gli occhi di  tutti.

Una nota pratica: un assessore non vede degrado. Se sentisse, in un impeto di curiosità per il bene di tutti, il bisogno di accertarsi veramente della realtà delle cose, potrebbe organizzare giretti periodici con Carabinieri muniti di cani antidroga; vedrà i ragazzetti schizzare fuori dalla piazza come rane da uno stagno.

Dobbiamo ricordare che almeno quattro gestori di locali, più uno ai lidi, sono stati arrestati per spaccio di droga?

Veramente vogliamo lasciare i ragazzi in balia di certa gente?

Giulio Melloni

Centro culturale “Amici del Timone”

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa