Ven 21 Giu 2013 - 546 visite
Stampa

Le tre fasi dei Cinque Stelle

Il Sogno, l’incubo e il risveglio.

Se paragoniamo la parabola del M5S a una nottata estiva, possiamo sintetizzarla in tre fasi:

Il Sogno

Grillo con la complicità di Casaleggio, ha instillato in tanti italiani la voglia di partecipare, di contare, di poter dare il proprio contributo alla gestione diretta della cosa pubblica.

L’ha fatto urlando nelle piazze e scrivendo sul suo Blog.

Ragazzi, persone deluse della politica marcia e becera, gente arrabbiata con una casta politica che con faccia di bronzo continua a fare il proprio interesse, hanno seguito e abbracciato il M5S, si sono impegnate nelle piazze, in estenuanti assemblee, fino a entrare nelle istituzioni.

Il sogno è la possibilità di cambiare le cose.

L’Incubo

Questo è arrivato con le prime espulsioni, con i Post deliranti, furenti e volgari.

Attacchi sempre durissimi a tutto e tutti, con il semplice scopo di denigrare chiunque si pari sulla strada del duo Grillo/Casaleggio.

La paura è montata, e il silenzio è calato come ghiaccio.

Non appena qualcuno tenta di alzare anche minimamente la testa, ecco che la mannaia inizia a roteare con forza e sempre all’attacco del singolo che di natura è sempre il più debole.

Questo incubo si accentua non appena la Democrazia è evocata e la critica colpisce il Padrone del Movimento.

La totale mancanza di trasparenza del Portale e del metodo ridicolo di voto, accentua questo senso di smarrimento e di incomprensione che porta alla follia del dubbio e alla voglia di tornare alla realtà.

Il Risveglio

Momento che in tanti vogliono, ma che nascondendosi dietro a motivazioni varie, regolarmente rimandano.

Chi esce dal torpore di un sonno così agitato, si chiede come abbia potuto credere a tanta falsa e antidemocratica ideologia, come sia stato possibile che le urla e la volgarità abbiano così piegato la propria intelligenza e oggettività.

La coperta che Grillo ha steso sui suoi adepti, li rende ciechi e sordi.

Il caldo della barba grillesca li scalda e li fa sentire invincibili.

Questo paternalismo autoritario provoca arroganza, superficialità e supponenza che rasenta l’idolatria.

Per concludere,

sarà dura e una cocente delusione, ma SVEGLIATEVI, aprite gli occhi e sturatevi le orecchie; prima ciò accade meglio è, e quello che era il sogno si può avverare con la vera Democrazia della gente e con la condivisione e la trasparenza.

Il tempo è davvero poco, prima che i tanti che si sono alzati dai loro divani e che con fatica hanno tentato di riprendersi il proprio futuro, delusi per l’ennesima volta, tornino a sopire in attesa dell’uomo della provvidenza.

Fulvio Biagini

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa