Dom 7 Apr 2013 - 338 visite
Stampa

“Soldati nelle neve”, storia della campagna in Russia

Per il 70° anniversario della ritirata dell'esercito italiano, la mostra ripercorre le tappe della tragica fuga

admin-ajax (25)Bondeno. È  stata inaugurata sabato 6 aprile, alle ore 17, alla presenza del vicesindaco Luca Pancaldi, la mostra “1943-2013: Soldati nella neve…” Organizzata per celebrare il 70° anniversario della ritirata dell’Armir (l’Armata italiana in Russia), durante il secondo conflitto mondiale. Certamente una delle pagine più dolorose della nostra storia, che ha trovato in questa esposizione, capace di raccogliere diverse immagini significative, nuovi spunti di riflessione.

Curatore della mostra è Piergiorgio Cornacchini, pilastrese, appassionato di fotografia, ma gran parte del materiale è stato recuperato anche grazie alla preziosa collaborazione di varie associazioni: l’Associazione Arma Aeronautica (sezione di Ferrara, nucleo di Bondeno), Anfcdg (un’associazione dei figli dei Caduti e dei dispersi durante la guerra) e la sezione matildea dell’associazione Autieri. Oltre all’associazione culturale di ricerche storiche “Pico Cavalieri”, di cui fa parte lo stesso Cornacchini. «L’esposizione ci permette di rileggere a distanza di 70 anni uno dei momenti più dolorosi della storia del Paese – spiega Pancaldi – attraverso la passione e la cura della ricerca svolta da Cornacchini, con la collaborazione delle associazioni ex combattentistiche.» 

La Città di Bondeno ha patrocinato la mostra, che sarà visitabile fino al 28 aprile nei locali della Società Operaia di Mutuo Soccorso di viale Repubblica: il sabato, la domenica e i festivi, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi