dom 30 Dic 2012 - 179 visite
Stampa

Libri per i terremotati: l’ultima consegna

Sono oltre 21mila i volumi raccolti e donati alle parrocchie

camilla ghedini don lino fagioliSi è conclusa la distribuzione di libri per i comuni terremotati organizzata da Camilla Ghedini. Giovedì 27 dicembre è finita la consegna, con 21.345 libri assegnati alle parrocchie di Sant’Agostino, Santa Caterina Vegri, di Cocomaro di Cona e Cocomaro di Focomorto, del Perpetuo Soccorso, di Gualdo, di Masi Torello e Masi San Giacomo, a cui sono andati  oltre 2mila volumi.

In quest’ultima fase ha interceduto don Massimo Manservigi, che ha contattato le parrocchie “e che per questo ringrazio di cuore – sottolinea Ghedini -, insieme a Ferrara Assistenza di Gianluca Grillanza, che ha fornito gratuitamente i trasporti e a Este Po, amministrata da Franco Mattioli, e che ha ospitato da giugno il materiale”.

Altri libri erano già stati consegnati precedentemente ai Comuni di Ferrara, Bondeno, Cento, Vigarano Mainarda, Mirabello e Poggio Renatico , i quali dovrebbero averli consegnati alle scuole e ai luoghi di aggregazione, come detto in conferenza stampa a ottobre. Altri ancora sono andati a Casa Cini, al carcere di via Arginone, alla Città del Ragazzo, all’associazione Viale k, alla San Vincenzo di Ferrara, alla materna di San Martino, all’istituto comprensivo di Finale Emilia e ad altre scuole che avevano fatto richiesta.

“Finalmente dopo sette mesi ho finito, e sono molto contenta per avere portato a termine il progetto, che certamenteha superato le aspettative” conclude la promotrice dell’iniziativa.

Al progetto hanno aderito tantissime realtà: Rcs Media Group, Condé Nast, Mauri Spagnol, Feltrinelli, Sellerio, Guanda, Gesp, Zanichelli, Salani Editore, Il Mulino, Nova Delphi, Giulio Perrone Editore, Nottetempo, Ciesse Edizioni,  Amando Curcio Editore, Isbn Edizioni, Ensemble, Fanucci Editore, Edizioni Della Sera, La Linea, Book Editore, Meridiano Zero, Odoya e Meridiana Zero, Casa Editrice Mamme On Line, Scrittura&Scritture, Camelozampa, Fratelli Frizzi Editore, Caracò Editore, Grado Zero, Romano Edizioni, Uovo Nero Edizioni, Edicolors Edizioni, Edizione Ponte33, Dea Store, Fratelli Frilli Editori, Touring Club Junior.

E ancora: Monte Università Parma Editore, la Biblioteca delle scienze dell’università di Pavia, la biblioteca della facoltà di architettura Aldo Rossi di Bologna, con la sua sede di Cesena, la biblioteca dell’università Foro Italico di Roma. Le biblioteche  civiche di Sesto San Giovanni, Piacenza, Carrara, Rovigo, Spinea e Campagna Lupia, la scuola elementare primaria Gregorutti di Chioggia, la scuola primaria di Mestre, la scuola media Casalini di Rovigo,  l’istituto superiore linguistico Macchiavelli-Capponi di Firenze.

Hanno partecipato inoltre l’Accademia dei Concordi di Rovigo, l’associazione Arti grafiche di Bologna, STradE – ovvero il Sindacato traduttori editoriali -, i Poligrafici editoriali di Modena, Emergency di Sesto Fiorentino, Ibo Italia, l’associazione culturale Sole di Passirano, l’associazione culturale Inutile di Mestre, l’associazione Bibli-Os di Bologna.

Nel ferrarese hanno aderito: Book Editore, Libreria Gruppioni, le biblioteche civiche di Ostellato, Argenta, l’associazione Nati Prima, la cooperativa Ferrara Assistenza, la consigliera di parità della Provincia di Ferrara, Ibo Ferrara, Rotarcat Club, il Gruppo Scrittori Ferraresi con Este Edition, l’Osservatorio letterario Ferrara, Este Po, l’Ordine dei medici di Ferrara, Confartigianato, il coordinamento provinciale di Telethon.

Inoltre è arrivato anche il contributo delle librerie: Ubik di Milano, Il Treno di Bogotà di Salton Raffaele a Treviso, Libri e formiche di Parma, Il libro con gli stivali di Mestre, la Libreria dei ragazzi di Parola Anna Maria a Torino, la libreria Cartabianca a Bazzo, Bologna.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi