mer 17 Ott 2012 - 64 visite
Stampa

Benvenuti nell’era ecozoica

Appuntamento con il pacifismo verde di Rodari e le civiltà matriarcali

Giovedì 18 ottobre, dalle 19.30 presso il centro la Resistenza – in via della Resistenza 34 a Ferrara – verrà ospitato in occasione dell’apertitivo jazz la presentazione dei libri pubblicati da Stefano Panzarasa e Mariagrazia Pelaia per Stampa Alterantiva. Panzarasa è curatore di “L’orecchio verde di Gianni rodari”,  un volume con cd musicale che propone ad un pubblico di grandi e piccoli lettori la visione eco pacifista ante litteram del famoso poeta e scrittore, a partire proprio dalle sue poesie, filastrocche sulla pace, sulla solidarietà, l’uguaglianza, la democrazia, l’amore per l’infanzia e per la natura.

Pelaia ha invece curato e tradotto in italiano “La civiltà della dea”, il capolavoro della archeologa lituana Marjia Gimbutas. Nel volume si dimostra come, Il volume raccoglie oltre trenta anni di ricerche archeologiche svolte in Europa, e dimostra come durante tutto il neolitico – quindi tra i 7mila e i 3500 anni prima di Cristo – esistesse una vera e propria civiltà altra, matriastica, egualitaria, pacifica, rispettosa della natura e dei suoi cicli. Questa civiltà terminò con l’arrivo delle popolazioni nomadi e guerriere indoeuropee, che l’invasero portando con loro i valori della civiltà patriarcale.

I due libri presentano quello che si potrebbe definire un “antico futuro”: l’era ecozoica, come si potrebbe vivere in un mondo migliore, come amava dire Gianni Rodari, con uno sguardo al passato e la possibilità di un futuro di consapevolezza ecologica.

“Anche le civiltà – come la vita e la natura – hanno i loro periodi ciclici, e i millenni passati di pace e armonia con la natura potrebbero di nuovo ripetersi, ma bisogna crederci e agire ora”, spiegano gli organizzatori dell’evento.
Durante la presentazione dei libri Stefano Panzarasa, accompagnandosi con la chitarra acustica, canterà alcune canzoni ecologiste composte a partire dai testi di Gianni Rodari, e – meteo permettendo – realizzerà un’opera in argilla ripresa delle immagini del libro di Maija Gimbutas.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi