Mer 9 Mag 2012 - 414 visite
Stampa

Eco&food, i segreti del vivere sostenibile

Tre giorni di iniziative al chiostro San Paolo per il festival delle tematiche 'green'

Tre giorni per apprendere l’abc della sostenibilità. Dall’11 al 13 maggio al chiostro di San Paolo debutta Eco&food, festival delle tematiche ‘green’, con incontri, laboratori e appuntamenti musicali e gastronomici, tutti all’insegna del vivere sano e consapevole e tutti rivolti indistintamente a esperti e profani del settore.

A partire dal pomeriggio di venerdì 11, dopo i saluti dell’assessore comunale all’Ambiente Rossella Zadro, tecnici ed esperti si alterneranno, nel corso dei tre pomeriggi, per parlare di alimentazione, energia, mobilità, e molto altro ancora. Il tutto accompagnato da piatti gluten free e a km zero e da un ricco programma musicale. Regista della manifestazione, patrocinata da Comune e Provincia, è il Comitato ferrarese Bio&Food che l’ha organizzata con il sostegno di Arci Ferrara e il coinvolgimento di un’ampia serie di associazioni, operatori e soggetti del territorio.

“Sarà un festival dall’impronta fortemente divulgativa – ha sottolineato in conferenza stampa il vice sindaco Massimo Maisto – mirato ad avvicinare il più ampio numero di persone possibile a temi di grande attualità come quelli legati al benessere e alla sostenibilità. Il tutto in uno spazio di indubbio pregio monumentale come il chiostro di San Paolo, ormai divenuto uno dei principali punti di riferimento delle iniziative culturali cittadine, e con il supporto di una fitta rete di sostenitori”.

“Eco&food nasce come uno spazio per la città e non come un appuntamento per addetti ai lavori – ha confermato il vice presidente del Comitato Bio&Food Rodolfo Grechi –. Per questo abbiamo voluto coinvolgere sia diversi esperti che avranno modo di approfondire tematiche interessanti, sia numerose realtà locali che presenteranno i loro prodotti mettendoli anche a disposizione della cucina. Il punto ristoro sarà infatti aperto tutte le sere e la domenica a pranzo con un menù a km zero e privo di glutine”.

Due laboratori, domenica alle 10.30 e alle 14.30, insegneranno poi i fondamenti della cucina naturale e della coltivazione dell’orto urbano, mentre per i bambini, sempre domenica pomeriggio, sarà aperto il ‘Campo delle fragole’.

“Il nostro auspicio – ha aggiunto Pietro Pinna di Arci Ferrara – è che gli incontri in programma raccolgano un’ampia partecipazione di pubblico, poiché ancora scarsa è la conoscenza dei temi legati alla sostenibilità, da cui trarre suggerimenti utili per migliorare il nostro stile di vita. Ci auguriamo che Eco&food possa crescere e ripetersi anche nei prossimi anni”.

Venerdì 11 maggio il focus sarà incentrato sulle problematiche alimentari e sulle produzioni a km 0 e biologiche, con la diretta partecipazione di Aic (Associazione Italiana Celiachia), Coldiretti, Fattorie Estensi e Ant. Verrà presentato poi “Il Libro Nero dello Spreco” (Segrè/Falasconi Ed.Ambiente) che analizza la filiera agroalimentare ed elabora una stima degli sprechi. Parallelamente, in collaborazione con la Fondazione dei Geometri Ferraresi, si svilupperà un seminario tecnico sull’edilizia sostenibile, riservato ai geometri. A concludere la serata concerto tributo a Fabrizio De Andrè.

Il programma di sabato 12 prevede l’apertura con uno sguardo alle energie rinnovabili ed al risparmio energetico, a cura di EnerCooperattiva, per poi seguire con i dati di “Ambiente Italia 12”, il rapporto redatto da Legambiente sulla situazione ambientale (e, in particolare, idrica) in Italia. Sarà inoltre ospitata una realtà interessante ed in continua espansione come quella del “cohousing”, attraverso l’esperienza dell’Associazione Solidaria. Riflettori puntati inoltre sul documentario di Emilio Casalini, per Report Rai, dal titolo “Spazzatour”, sui percorsi non virtuosi dei nostri rifiuti. La visione sarà preceduta da un intervento curato dal progetto “Anch’Io Pc”, sul riuso e ri-utilizzo delle componenti hardware dei computer, di difficile smaltimento ed eliminazione.

Per concludere, domenica 13, iscrizioni aperte per due particolari laboratori: Cucina Naturale e Orto Urbano (piccole tecniche di ortocultura metropolitane), sullo sfondo di una grande staffetta eco-sostenibile in sella a biciclette elettriche, organizzata da Uisp Ferrara. Spazio anche per le famiglie, con un corner-bimbi curato dalle educatrici del “Campo delle Fragole” e con un dibattito sugli spazi per il gioco nelle nostre città, sviluppato da Arci Ragazzi. Non poteva mancare, poi, la presenza del movimento Ferrara In Transizione, promotore su Ferrara, fra l’altro, del nuovo progetto di mobilità sostenibile “Jungo”. Grande show, infine, con il concerto unplugged de “La Coska”, in un set insolitamente “consapevole e sostenibile”.

Tutte le iniziative si svolgeranno all’interno della cornice del Chiostro di S.Paolo. Infine, all’interno del festival, ampio spazio sarà dedicato agli espositori del settore agricolo e tecnologico, sempre a tema sostenibile e eco-compatibile. Un punto ristoro tematico e “consapevole”, rappresenterà poi la vera novità per un festival prevalentemente di interventi e dibattiti, aperto tutte e tre le sere oltre la domenica a pranzo.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi