Mar 8 Mag 2012 - 750 visite
Stampa

Il vento della politica nuova

Antipolitica, demagogia e popolismo.

Da sei anni queste parole circondano chi, come me, ha seguito il Movimento 5 Stelle Beppegrillo. Risatine, battute, spallucce, accompagnavano chi come noi, pochi, tanti cittadini e cittadine, entravano nei Consigli Comunali con una telecamera o raccoglievano firme per un parlamento senza condannati in via definitiva. Qualche reazione di fastidio, come per zanzare seccanti che osavano disturbare il manovratore.

Dimenticando che i politici, tutti, sono i nostri dipendenti.

Ma non abbiamo perso la fiducia e oggi questi cittadini, questi “ragazzi”, questi grillini, hanno riacceso la speranza.

Questo vento viene chiamato dell’antipolitica ma è tutt’altro, il contrario. E’ la politica nuova.

Potrebbe essere l’inizio di una vera seconda repubblica, mai nata.

Questa politica nuova potrebbe spazzare via le vecchie formazioni politiche che bollano antipolitica il M5Stelle, che semmai è contro la partitocrazia, non certo contro la politica. Sono spariti partiti storici con mani pulite, lo stesso potrebbe accadere ancora?

Certo il segnale è forte, i cittadini vogliono essere ascoltati, vogliono sapere cosa fanno i loro rappresentanti eletti e delegati a rappresentare i loro interessi, non quelli di altre forze, siano esse politiche, economiche o finanziarie. O peggio. Queste forze in campo operano usando i politici tradizionali in modo poco limpido e spesso, troppo spesso, i politici tradizionale si prestano a ciò.

Questo gioco ora è scoperchiato e i popoli, italiano e non, ne stanno prendendo coscienza soprattutto grazie alla rete, anche per colpa di un’informazione troppo spessa degna di questa vecchia politica ed alla sua stessa stregua.

Angelo Storari

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa