Ven 7 Ott 2011 - 5546 visite
Stampa

Ubriachi in centro, i vigili rischiano il pestaggio

Feriti tre agenti. Tagliani: “Episodio che non può essere né accettato né tollerato”

Nella foto di archivio, un mercoledì sera di piazza

Mercoledì sera di fuoco l’altro ieri in pieno centro a Ferrara. Attorno alle ore 23,30 una pattuglia del corpo di Polizia Municipale, composta da un ufficiale e due agenti, si era soffermata con l’autovettura di servizio in piazza Trento Trieste, all’angolo con Corso Porta Reno, accanto alla Torre dell’Orologio. Nell’esercizio della normale attività di vigilanza, i pubblici ufficiali stavano presidiando il centro storico, come di consueto affollatissimo nelle movimentate serate dell’happy hour.

Mentre gli agenti stavano parlando con un cittadino che chiedeva loro informazioni, sono stati avvicinati da due giovani, con fare provocatorio, visibilmente ubriachi. All’improvviso e senza motivo alcuno, sono volati insulti all’indirizzo dei vigili. Nonostante uno degli agenti, preso di mira direttamente dai due, non raccogliesse le provocazioni nell’intento di ottenere un indiretto effetto dissuasivo, il giovane ha continuato imperterrito ad offendere l’ufficiale, provocandolo anche con gesti aggressivi, di fronte ad una moltitudine di persone.

Dopodiché si è diretto verso l’auto di servizio e con un colpo violento ha rotto lo specchietto retrovisore. A quel punto gli agenti hanno cercato di bloccarlo, ma lui e il suo compagno hanno opposto, sferrando anche violenti colpi e strattoni, mentre una moltitudine di persone si accalcava e stringeva all’intorno facendo ressa. Tra i moltissimi presenti, è intervenuto un carabiniere in abiti civili per dare man forte agli agenti della P.M.. Alcuni, invece, che pure partecipavano al parapiglia, hanno favorito l’allontanamento di uno dei giovani, che così è riuscito a dileguarsi tra la folla. Per questo motivo una persona è stata denunciata per interruzione di servizio pubblico.

Il compagno, il responsabile del danneggiamento, è stato invece fermato, grazie anche all’aiuto di due volanti della polizia giunta come rinforzo. Anche in questo frangente non è stato facile giungere sul posto per la calca e l’atteggiamento ostile di buona parte della folla. Il giovane, G.G., di 21 anni, di nazionalità italiana e residente a Ferrara, è stato quindi tratto in arresto e, dopo il compimento degli atti di rito,  condotto in carcere.

A causa delle operazioni di arresto, i tre operatori di Polizia Municipale hanno subito lesioni guaribili in sette giorni. Ulteriori indagini, a carico di altri soggetti coinvolti nei fatti, sono in corso da parte del Comando di Polizia Municipale.

Il sindaco  TizianoTagliani, immediatamente avvisato dell’accaduto e dopo essersi informato sulle condizioni dei tre operatori di Polizia Municipale, ha commentato così la vicenda: “Inviterò il prefetto e il questore a studiare con me tutte le ordinanze da utilizzare per limitare labuso di alcol perché è evidente che un forte abuso di alcol è stato uno dei motori di questa vicenda”. Il primo cittadino ha aggiunto che “il brutto episodio non può essere né accettato né tollerato, per questo, chiederò a tutte le forze dell’ordine e al comandante della Polizia Municipale di assicurare, insieme, interventi e controlli che assicurino la tranquillità dei cittadini e impediscano qualsiasi gesto di maleducazione, inciviltà, arroganza e violenza. Dopo gli episodi di vandalismo della scorsa primavera, il corpo di Polizia Municipale, ha assicurato la presenza concordata in sede di Conferenza sulla Sicurezza, ed è pertanto necessario dare piena attuazione a quanto concordato in quella sede”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi