Mar 4 Gen 2011 - 189 visite
Stampa

L’interazione di suono e movimento

Sabato la performance 'In Promptu #10" ai Magazzini Generali

Sabato 8 gennaio, con apertura al pubblico dalle ore 20.30, presso il centro polifunzionale giovanile Magazzini Generali – via darsena 57 – sarà possibile assistere alla performance in data unica “In Promptu #10”. Il progetto In Promptu nasce nel 2008 dall’incontro tra la coreografa Ale Fabbri e il giovane compositore turco Utku Tavil. Dal loro lavoro scaturisce l’idea di sviluppare un dialogo creativo basato sull’improvvisazione e sull’interazione sperimentale tra suono e movimento. “In Promptu #10” è caratterizzato dalle sonorità acustiche del pianoforte preparato e da una strutturazione della parte danzata, che fa tuttavia ampio uso di componenti aleatorie.

L’evento proposto rientra inoltre nel Progetto Inclusioni Diffuse, promosso da una rete di associazioni impegnate nel campo dell’integrazione e dell’intercultura, con il sostegno di Agire Sociale – Centro servizi per il Volontariato della Provincia di Ferrara.

ARTISTI COINVOLTI

UTKU TAVIL, compositore e batterista, è nato a Istambul nel 1988 e risiede a Torino, dove studia al DAMS. Oltre a produrre in studio, svolge una intensa attività di sperimentazione suonando dal vivo in tutta Europa, come solista o insieme ad altri musicisti. La sua musica, grazie a un brillante uso della manipolazione elettronica dei suoni, riesce a creare ambienti onirici di grande suggestione.

EUGENIO SQUARCIA, nato a Ferrara nel 1984, suona il pianoforte fin da giovanissimo come autodidatta.
Si è dedicato anche al violoncello e alla composizione elettronica, creando colonne sonore per le proprie opere video. Grafico di professione, esercita la propria dirompente creatività anche nel campo delle arti visive e della scrittura.

COLLETTIVO ALMAGESTO è un insieme proteiforme di performers di diversa provenienza che si assemblano in modo differente di progetto in progetto. Il gruppo fa perno sulla sperimentazione coreografica avviata da Ale Fabbri, che oltre a creare opere ripetibili cerca di lavorare sulla composizione istantanea, sull’improvvisazione strutturata e su sessioni performative nelle quali l’elemento aleatorio ricopre un ruolo essenziale.

ALE FABBRI è danzatrice e coreografa, lavora come professionista dal 1991; si è diplomata in coreografia presso la Palucca Schule Dresden nel 2008; il suo lavoro si situa in una tensione costante tra astrattismo ed empatia.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi