La vittoria ha cento padri, la sconfitta è orfana

Copparo | Lettere al Direttore La vittoria ha cento padri, mentre la sconfitta è orfana e, che lo ammettiate o meno, il silenzio che in questi giorni post elettorali vi circonda è assordante. Ora siamo qui per guardare ciò che succederà, ma più che mai per organizzare il futuro. Abbiamo davanti cinque anni, che se gestiti bene possono essere utili […]
di Redazione | Pubblicato 1 giorno fa
di Redazione lunedì 24 Giugno, 2019

I residenti di Rampari di San Paolo aspettano la riqualificazione

Lettere al Direttore Noi residenti di Rampari di San Paolo desideriamo far sapere che da molto tempo chiediamo lo spostamento del terminal delle corriere e la realizzazione degli interventi di riqualificazione che comprendono tutta l’area Darsena ExMof- Meis, in seguito all’assegnazione dei finanziamenti del “bando Periferie”. Non solo perché i progetti presentati in diverse occasioni pubbliche per l’area, […]
di Redazione lunedì 24 Giugno, 2019

Erba troppo alta in via Pomposa

Lettere al Direttore La situazione del verde nella parte iniziale di via Pomposa e nelle vie limitrofe richiede un sollecito intervento di sfalcio Leonardo Malatesta
di Redazione domenica 23 Giugno, 2019

Sulla delega per la “Civiltà Ferrarese”

Lettere al Direttore Egregio Direttore, Sindaco e Giunta sono pronti per amministrare. Nessun commento mi è possibile al momento, ma voglio fare una osservazione sulla delega per la “Civiltà Ferrarese”. Sarà interessante e spero utile vedere che ne vien fuori!!! Il mio pensiero è che prima si deve pensare alla “civiltà dei ferraresi”. Ci sono troppi atteggiamenti negativi, […]
di Redazione domenica 23 Giugno, 2019

+Europa: “Aspettiamo il futuro, senza troppe speranze”

Lettere al Direttore 1. Un sistema di potere al capolinea Un’ampia maggioranza di ferraresi ha detto basta al sistema di potere e di poteri della nostra città. Un sistema in toto rappresentato dal Pd. Malgrado un bravo sindaco uscente che pure ha commesso importanti errori che non gli sono stati perdonati. 2. Eppure il sole sorge ancora Molti […]
di Redazione sabato 22 Giugno, 2019

Lo sconcerto

Lettere al Direttore Gentile Direttore, Meraviglia lo sconcerto del Presidente della Repubblica per aver toccato con mano il “disordine” all’interno della magistratura (in qualche caso, speriamo pochi!) collusa con certa politica di sinistra e la gestione delle agende delle udienze di processi importanti. Ma ci voleva proprio la GdF per scoprire questo fenomeno presente da qualche decennio nella […]
di Redazione sabato 22 Giugno, 2019

Grazie a Cona per avermi salvato la vita

Lettere al Direttore Leggo sempre articoli molto negativi e lamentosi verso la sanità in generale e, nello specifico della mia realtà quotidiana, verso l’Azienda Ospedaliera di Cona ma oggi vorrei andare oltre e vorrei che le persone vedessero ciò che ho visto io. Mi chiamo Silvia, ho 38 anni e una bellissima bimba di 3 anni e mezzo. […]
di Redazione sabato 22 Giugno, 2019

Cgil, pride e utero in affitto

Lettere al Direttore Esisteva un tempo un sindacato coraggioso (la CGIL) che si batteva per i diritti sociali dei lavoratori, lasciando alla responsabilità individuale le scelte etiche. Ora invece quello che fu il grande sindacato di Giuseppe Di Vittorio e di Luciano Lama sembra una succursale del partito radicale, interessata più a (presunti) diritti civili che alle battaglie […]
di Redazione giovedì 20 Giugno, 2019

Una via o un’istituzione culturale a Nino Barbantini

Lettere al Direttore Roberto Pazzi e Ranieri Varese hanno recentemente proposto “il recupero alla memoria della città della figura di Nino Barbantini, autore non solo dell’allestimento della Palazzina della Marfisa, ma anche della organizzazione e dell’ordinamento della mostra della Pittura ferrarese del Rinascimento del 1933”. Nell’associarmi alla richiesta di Pazzi e di Varese vorrei ricordare che Nino Barbantini […]
di Redazione giovedì 20 Giugno, 2019

Alan Fabbri e la destra

Lettere al Direttore Caro direttore, temo che gli elettori di destra – o semplicemente conservatori – si pentiranno di avere scelto Alan Fabbri e il suo capo dei pretoriani, novello Tigellino. Perchè? Perchè, secondo un vecchio ma consolidato assioma, solo i governi di sinistra fanno scelte di destra e viceversa. Chi pose fine alla guerra in Vietnam? Nixon. […]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi