Cronaca
10 Luglio 2024
L'attivista dem chiama in causa l'esponente di FdI per una intervista e un post

Marescotti (Pd) querela il senatore Balboni

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Picchi di calore. Boom di accessi al ps di Cona

Negli ultimi giorni, a seguito principalmente dei picchi di calore dovuti alle condizioni meteo, si è verificato un forte afflusso di pazienti ai pronto soccorso della provincia, soprattutto quello dell'ospedale di Cona

Emesso ieri il francobollo dedicato al meteorite di Renazzo

Poste Italiane comunica che ieri, 21 luglio, è stato emesso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico” dedicato al meteorite di Renazzo, nel bicentenario dalla caduta

L’attivista del Partito democratico di Ferrara, Diego Marescotti, ha sporto denuncia per contro il senatore Alberto Balboni per un’intervista rilasciata al ‘Carlino’ dal titolo “la provocazione di Balboni – Un condannato nella sua lista. Ota cosa farà Anselmo?”. All’interno dell’articolo, pubblicato il 14 maggio, vi era menzionato il fatto che all’interno della coalizione di centrosinistra che sosteneva l’allora candidato sindaco vi fosse qualcuno condannato per bancarotta fraudolenta.

Il giorno successivo all’articolo ‘incriminato’, Balboni aveva pubblicato sulla propria pagina facebook un post indicando il nome e cognome di Marescotti in riferimento alla condanna e alle relativa pena (un anno e quattro mesi).

Marescotti lamenta il fatto che lui “non è mai stato condannato per quel reato, bensì avrebbe patteggiato una pena pecuniaria, in quanto sono stato truffato dal mio ex datore di lavoro”, fatto avvenuto nel 2014.

Nel suo post il senatore specifica che Marescotti “ha patteggiato la pena”.

Articolo e post, secondo la querela, sarebbero stati pubblicati “al fine di danneggiare la mia immagine di candidato alle elezioni amministrative”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com