Salute
18 Giugno 2024
Al nuovo polo didattico l’appuntamento scientifico che sarà martedì 18 giugno e vedrà la partecipazione di Anne-Kjersti Daltveit, professoressa dell’Università degli Studi di Bergen (Norvegia)

Ricerca e sorveglianza epidemiologica. Una conferenza a Cona

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Strage via d’Amelio. Le Agende Rosse ferraresi: “Vogliamo verità”

L’associazione Agende Rosse di Ferrara “Emanuela Setti Carraro” anche quest’anno si è ritrovata sotto il Volto del Cavallo per commemorare le vittime di questo eccidio e per chiedere verità. Con un certo rammarico di chi si è fermato per osservare un minuto di silenzio, allo scoccare del 58esimo minuto, è stato constatare l’assenza di un rappresentante delle istituzioni

Colture più sostenibili e di qualità. Si può con SuperIrri

Ottimizzare l’uso delle risorse idriche riducendo la quantità di acqua utilizzata per la coltivazione del prato stabile e del riso - due delle principali colture tipiche della regione Emilia-Romagna - attraverso l’introduzione di tecnologie avanzate di irrigazione, come le paratoie automatizzate e la sensoristica smart, per rispondere alle necessità di sostenibilità e qualità di questi prodotti agricoli tipici del nostro territorio, con un risparmio di 3.146 metri cubi all'ettaro per il prato e di 1.189 metri cubi all'ettaro per il riso

Il 18 giugno la professoressa Anne-Kjersti Daltveit, epidemiologa presso l’Università degli Studi di Bergen (Norvegia), terrà una conferenza dal titolo “Il registro medico delle nascite norvegese: una fonte di ricerca da quasi 50 anni” (aula C4 del Nuovo Polo Didattico all’ospedale di Cona, dalle ore 15.00 alle 17.00).

“L’argomento – spiega la prof.ssa Maura Pugliatti, Direttrice dell’Unità Operativa di Neurologia universitaria del S. Anna – ruota attorno all’enorme opportunità che i registri di popolazione e di malattia – ma anche i dati e i flussi amministrativi sanitari aziendali – offrono nella ricerca e nella sorveglianza epidemiologica di numerose malattie e di vari fattori di rischio. La Prof.ssa Daltveit descriverà la nascita del Registro Norvegese delle Nascite negli anni Sessanta, unico al mondo per la sua architettura e la sua durata, e porterà esempi di risultati e di ricerche scientifiche che hanno segnato la pratica medica fino ai nostri giorni”.

Gli argomenti di ricerca della prof.ssa Daltveit riguardano: i fattori di rischio perinatali e legati allo stile di vita per lo sviluppo della sclerosi multipla; l’esposizione prenatale agli antiepilettici e sui rischi di esiti avversi alla nascita e la morbilità postnatale e dello sviluppo neurologico nei Paesi Nordici.

Anne-Kjersti Daltveit è Professore Ordinario di Epidemiologia ed in particolare epidemiologia perinatale e riproduttiva, presso il Dept. of Global Health, Università degli Studi di Bergen in Norvegia. È anche ricercatrice attiva presso Il Dipartimento Norvegese di Sanità Pubblica (Folkehelseinstituttet) sede del Registro Norvegese delle Nascite. La professoressa è attualmente Visiting Researcher presso il Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione dell’Università degli Studi di Ferrara, su invito della prof.ssa Pugliatti (che è stata anche dottoranda presso l’Università di Bergen nel periodo 2007-10, per progetti di ricerca neuro epidemiologica basati su registro).

Dal 2004 la prof.ssa Daltveit è impegnata nella ricerca sulla salute riproduttiva a livello globale e sperimentatore principale in progetti volti a indagare il ruolo delle complicanze della gravidanza nello sviluppo della mortalità cardiovascolare e nella malattia reumatica (ma anche gli esiti della gravidanza in donne con epilessia e sclerosi multipla).

L’evento è gratuito ed è di potenziale interesse per professionisti sanitari e in formazione con riferimento particolare all’epidemiologia clinica.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com