Altri sport
11 Giugno 2024
Sabato 15 giugno la pedalata notturna organizzata da Witoor compie dieci anni. Partenza prevista a mezzanotte da piazza Ariostea e arrivo all'alba al Lido di Volano, iscrizioni aperte dal 12 giugno

Torna la Bike Night: una “passione che non dorme mai”

di Redazione | 6 min

Leggi anche

Rotary Cento. Gilberto Galantini nuovo presidente

. Gilberto Galantini, chimico libero professionista (ambiente, sicurezza e alimentazione), esponente del mondo cattolico, è il nuovo presidente del Rotary Cento per l’annata 2024-25. Succede all’avvocato Matteo Lodi

Quinoa regina all’agriturismo “Val Campotto”

Di scena all'agriturismo "Val Campotto" la quinoa: una pianta erbacea, della famiglia degli spinaci o barbabietole, ma simile ai cereali, la cui coltivazione sostenibile, le sue proprietà alimentari, la sua trasformazione culinaria (chicchi, farina, pasta, snack, birra, cioccolato ed addirittura integratore dei cibi per gli astronauti) la rendono protagonista di questa tre giorni tematici

Duemila anni di terremoti catalogati da Unife e Ingv. Online la banca dati

È online CftIlandslides, la nuova banca dati che raccoglie e cataloga oltre 1000 frane causate da terremoti e avvenute in Italia tra il 117 a.C. e il 1997. Realizzata nell’ambito delle attività del gruppo di lavoro del Catalogo dei Forti Terremoti in Italia (Cfti Working Group) dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv)

Tutto pronto per la Bike Night, che con la sua decima edizione partirà ancora una volta da Ferrara sabato 15 giugno. L’evento organizzato da Witoor per gli appassionati di ciclismo partirà con i 100km dalla mezzanotte all’alba da piazza Ariostea (con ritrovo alle ore 21) fino al Bagno Ristoro al Lido di Volano con oltre 600 partecipanti al via. Il tour proseguirà poi a Milano e a Udine. Le iscrizioni sono aperte fino al 12 giugno, ma sarà poi possibile iscriversi presso il gazebo Witoor la sera stessa dell’evento in piazza Ariostea dalle ore 21 per le nuove registrazioni e il ritiro del pacco-iscrizione per gli iscritti.

Numeri in crescita (20mila partecipanti totali dal 2014), grado di soddisfazione dei partecipanti elevato (85%): Witoor con Bike Night ha creato una nuova forma di cicloturismo, innovativo ed esperienziale, capace di attrarre un pubblico alla ricerca di storie, andando oltre lo standard narrativo di promozione turistica. Perché la passione per la bici non dorme mai, anche di notte: nate nel 2014 proprio a Ferrara, hanno coinvolto sempre più territori e partecipanti, avvicinando nuove persone alla bici grazie alla magia di una pedalata da 100 km di notte che parte dalla città e arriva nella natura sfruttando il più possibile la rete ciclabile. Un appuntamento che rievoca il fascino del ciclismo d’epoca ma con un approccio moderno e trasversale, unendo tipologie di ciclisti diversi: chi si cimenta per la prima volta su lunga distanza oppure chi è già allenato ma è stimolato dalla sfida notturna. Si parte a mezzanotte, si arriva all’alba dopo un viaggio in bici con tre ristori e la colazione all’arrivo.

La Bike Night Emilia-Romagna è ormai diventata l’evento in bici non competitivo che coinvolge più partecipanti in regione. Il progetto ideato, organizzato e prodotto da Witoor, è una vera e propria ‘festa della bici’, grazie al percorso su pista ciclabile e a una formula. L’attesa inizierà sabato 15 giugno dalle ore 21 al villaggio partenza in piazza Ariostea, dove oltre alla segreteria di Witoor ci sarà un punto ristoro organizzato dalla
Contrada di Santo Spirito insieme alla birra di Lost Road, oltre agli stand di Confagricoltura, partner della Bike Night ferrarese che fornisce frutta ai ristori, Fiab Ferrara, Destinazione Turistica Romagna, Fondazione Ado, Meteotracker e la danza della Polisportiva Putinati. Saranno installati i servizi igienici, un bike park da circa 300 posti bici, l’officina per la messa a punto delle bici a cura di B12 Bike Professional, e l’area per la consegna di un bagaglio da portare all’arrivo. Poi dalle 23:30 inizierà l’incolonnamento dei partecipanti lungo l’anello di piazza Ariostea.

Confermato il percorso da Ferrara al mare: si parte a mezzanotte costeggiando le Mura, per poi dirigersi verso la ciclovia Destra Po. Previsti tre ristori: a Ro insieme ai volontari Uisp Ferrara e della Protezione Civile del Comune di Riva del Po, a Serravalle alla Fabbrica dell’Acqua con i volontari del gruppo sportivo Anffas Ferrara, e a Santa Giustina all’Osteria del Delta Torre Abate. Arrivo all’alba sul mare, al Bagno Ristoro a Lido di
Volano, con docce e colazione. Nella tappa ferrarese si vede ogni tipo di mezzo a due ruote senza motore: bici da città, da corsa, gravel, mtb, tandem, e-bike, risciò, footbike, bici reclinabili, ovomobili. Partecipano anche persone con disabilità visiva o motoria. Sarà sempre garantita assistenza medica e meccanica ai partecipanti e lungo il percorso saranno sempre presenti mezzi dell’associazione Daniele Lugli per controllare il tracciato, oltre ai volontari della Protezione Civile di Riva del Po e Serravalle ai ristori di Ro e Serravalle.

Lunedì 10 giugno la Bike Night è stata presentata presso Factory Grisù, dove sono intervenuti Simone Dovigo, presidente Witoor, Paolo Calvano, assessore al Bilancio della Regione Emilia-Romagna, Wilma Dal Cin, per Destinazione Turistica Romagna, e Gianmarco Duo, per Confagricoltura Ferrara e Giuliano Giubelli per FIAB Ferrara. “Arrivati alla decima edizione di Bike Night – spiega Simone Dovigo, – possiamo riconoscere come Witoor abbia saputo proporre un modo nuovo, autentico e passionale di andare in bici. Per noi la bici è uno strumento prima di tutto democratico e sociale: chiunque può viaggiare in bici, e non ci sono mai piaciuti mode e steccati. La bici è di tutti, sempre, a tutte le ore: con Bike Night abbiamo acceso la passione del cicloturismo in tante persone che non avevano mai percorso 100 km. E abbiamo scelto format nuovi per l’Italia, come pedalare di notte: un’esperienza magica e sorprendente che ha saputo valorizzare il territorio ferrarese e la sua ciclovia Destra Po, offrendo un’esperienza unica da ricordare e raccontare agli altri”.

La Bike Night riesce così a promuovere la mobilità sostenibile unendo appassionati autentici, dimostrando il potenziale di un percorso cicloturistico come la Destra Po: “Bike Night è un evento unico proprio perché tutti possono provarci – ha detto Paolo Calvano – , e spinge la Regione a sostenerlo perché riesce a far vivere il nostro territorio tra Ferrara e il mare su una delle ciclovie più belle dell’Emilia-Romagna, la Destra Po, facendo appassionare le persone a un utilizzo più costante della bici anche nella vita di tutti i giorni. Solo in bici ci si accorge della bellezza che ci circonda e la Regione Emilia-Romagna sostiene i grandi eventi sportivi anche per valorizzare esperienze di questo tipo che sanno rinnovarsi anno dopo anno”. Un appuntamento importante per Ferrara e la sua offerta di eventi, che raduna in città ogni anno quasi mille presenze da tutta Italia pronte a vivere un’esperienza notturna incredibile da raccontare, “e che sa promuovere al meglio la bellezza di Ferrara e le sue potenzialità – ha sottolineato Wilma Dal Cin – che rientrano nell’offerta dei 54 itinerari cicloturistici di Destinazione Romagna”. “È anche grazie a Bike Night che a Ferrara si parla di cicloturismo – ha aggiunto Giuliano Giubelli -, la Destra Po è un punto di vista eccezionale sulla provincia e eventi come questo stimolano le persone ad andare in bici e migliorare la propria salute”. Bike Night Emilia-Romagna coinvolge diverse associazioni e realtà del territorio come Confagricoltura Ferrara, che anche quest’anno «proporrà i prodotti del territorio nei tre ristori – ha concluso Gianmarco Duo – per far scoprire Ferrara in tutti i sensi”.

“La Bike Night Emilia-Romagna anno dopo anno ha aumentato i suoi iscritti, dai 200 nel 2014 ai 900 del 2023 (3000 sull’intero tour) – conclude Dovigo – affermando nel panorama di eventi ciclistici un modo autentico di andare in bici. Quello che non si vede con gli occhi lo si può percepire con gli altri sensi: e grazie al suo fascino, la Bike Night è riuscita a crearsi un proprio pubblico trasversale, capace di unire ciclisti allenati con persone più inesperte che proprio grazie a un’esperienza di questo tipo iniziano ad appassionarsi e a viaggiare in bici”. Tutti animati da una “passione che non dorme mai”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com