Cronaca
26 Maggio 2024
Denunciato un cittadino rumeno di 34 anni per sfruttamento della prostituzione e violenza privata

Costretta a prostituirsi, scappa e si fa salvare da Esercito e Polizia Locale

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Aiutato da una bimba ferrarese. L’ex pilota Raf incontra la figlia della sua salvatrice

Un viaggio nel tempo da Tamara a Dublino. È quello che nei giorni scorsi, accompagnata dalla figlia Lidia Mastellari, ha intrapreso Lina Volpi per incontrare John Allman Hemingway, soprannominato Paddy, il 104enne ex pilota della Raf salvato, nell'aprile del 1945, a Coccanile da Giancarla 'Carla' Fabbri, madre di Lina, che all'epoca era una bambina

Ferrara Summer Festival. Piazza gremita per gli “Air”

Ieri sera piazza Trento e Trieste si è trasformata in un luogo senza tempo grazie alle sonorità uniche degli ‘Air’ - duo composto da Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, - accompagnate a ritmo da un palcoscenico costruito ad hoc per la band francese che si è esibita all’interno di una struttura di circa 12 metri realizzata con ledwall e attrezzata con Moog (sistema di sintetizzatori basati su tastiera), Korg, batteria, chitarra e boing di tastiere

Affluenza ai ballottaggi. Alle 12 a Tresignana al voto il 22,74% mentre a Copparo il 16,73%

Ballottaggio Copparo e Tresignana. L'affluenza alle 12 è del 22,73% a Tresignana e del 16,73% a Copparo. In quest'ultimo comune, dove si sfidano Enrico Bassi e Fabrizio Pagnoni, si tratta di 2.266 elettori sui 13.458 aventi diritto. A Tresignana dove invece la sfida arriva dopo un insolito pareggio tra Laura Perelli (sindaca uscente) e Mirko Perelli, 1717 voti pari, sono 1.309 ad aver esercitato il proprio diritto entro le 12 sui 5.759 aventi diritto.

La scorsa settimana gli agenti della Polizia Locale Terre Estensi di Ferrara hanno denunciato un cittadino rumeno di 34 anni per sfruttamento della prostituzione e violenza privata.

Gli agenti della Polizia Locale di Ferrara, di passaggio davanti al piazzale della Stazione, hanno notato una ragazza correre incontro ai militari dell’Esercito come se volesse chiedere aiuto. Nel mentre, un suo connazionale le urlava contro e cercava di portarla via dai militari.

L’uomo – poco distante – è stato prontamente fermato dagli agenti della Locale e subito condotto presso il Comando di via Tassoni.

Nel frattempo la ragazza, con l’aiuto di un interprete, ha deciso di raccontare la sua storia agli agenti: la donna ha riferito di essere arrivata in Italia da circa un mese insieme a chi le avrebbe prima promesso un lavoro per costringerla invece subito dopo a prostituirsi. L’avrebbe pure vessata con minacce e intimidazioni, paventando anche ritorsioni verso la sua famiglia residente in Romania qualora si fosse ribellata.

Dopo giorni di soprusi, i due avrebbero avuto l’ennesima discussione causata dalla decisione della ragazza di ritornare al suo Paese di origine. Proprio in quel momento, la donna si trovava al telefono con la madre, residente in Romania, a cui stava raccontando la sua situazione non più da lei tollerabile e, proprio la madre, le ha consigliato di avvicinarsi a quelle “divise” che si trovavano lì in quel momento e che evidentemente percepiva come rifugio in caso di minaccia in corso. Così la donna non ha esitato a rivolgersi proprio a loro, ai militari, alle donne e agli uomini della Polizia Locale che hanno impedito l’ennesima vessazione.

La ragazza, rifocillata e rincuorata dagli agenti, ha deciso di sporgere denuncia. La stessa è stata poi affidata alle cure di una struttura protetta che si occuperà del supporto psicologico necessario.

L’uomo, fin ad allora incensurato in Italia, è stato foto segnalato e denunciato a piede libero per sfruttamento della prostituzione e violenza privata.

Sono in corso indagini condotte dalla Polizia Locale, anche in relazione a materiale sequestrato, che – sotto la direzione della Procura della Repubblica di Ferrara – potrebbero portare a ulteriori sviluppi.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com