Economia e Lavoro
24 Maggio 2024
Best 4.0 vuole applicare all'economia del mare i principi chiave di Industria 4.0 sulle due sponde dell’Adriatico

Cna capofila di un progetto europeo per la blue economy

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Agricoltura. Risarcimenti gelate tardive, il Ministero dice no

Semaforo rosso alla proposta di un aiuto adeguato, come nel 2020 e nel 2021, per le imprese agricole che hanno perso le produzioni in campo lo scorso anno a causa delle gelate e di altri eventi climatici avversi, anche se non hanno beneficiato di indennizzi da polizze assicurative o da fondi mutualistici

Elezioni sindacali Berco. Fiom prima tra gli impiegati e in aumento tra gli operai

Alla Berco, la più grande azienda metalmeccanica della provincia di Ferrara, si è votato per il rinnovo della Rappresentanza Sindacale Unitaria (Rsu) e della Rappresentanza dei Lavoratori per la Sicurezza (Rls). Il 18, 19 e 20 giugno le lavoratrici e i lavoratori hanno potuto scegliere la loro rappresentanza sindacale

Applicare alla Blue Economy i principi chiave di Industria 4.0, aiutando le piccole e medie imprese che operano sulle due sponde della costa adriatica a innovare prodotti e processi di produzione puntando all’avanzamento tecnologico, alla digitalizzazione, e a forme di sviluppo sostenibile compatibili con l’ambiente.

È questo il punto di partenza del progetto Best 4.0, di cui Cna Ferrara è capofila con sette partner italiani e croati, nell’ambito del programma europeo Interreg Italia-Croazia 2021-2027.

Presso la sala convegni di Cna Ferrara si è svolto il primo meeting in presenza del progetto, che puntava a coordinare i partner coinvolti e le azioni che verranno portate avanti: dopo un breve intervento di saluto del direttore provinciale di Cna Ferrara Matteo Carion, la mattinata è stata coordinata da Amelia Grandi, Project Manager di Best 4.0 e Responsabile dell’area Economica di Cna , e Silvia Merli, Technical Expert e responsabile di Cna Comunicazione e terziario avanzato.  L’intervento di apertura era affidato a Paolo Rotoni, Project manager del programma Interreg Italia-Croazia.

Alla sessione introduttiva hanno partecipato tutti i partner, alcuni dei quali in teleconferenza: Cna Associazione Territoriale di Ancona; Area Science Park di Trieste; Camera di commercio Croata; Cetma – Centro Europeo di Ricerca per le Tecnologie Design e i Materiali; Agenzia istriana per lo sviluppo – Ida s.r.l.; Associazione Dih AgriFood Croazia; Università di Rijeka (Fiume) Facoltà di studi marittimi

Il progetto ha alcuni obiettivi concreti che deve portare a termine entro il 31 luglio 2026: creare un catalogo di soluzioni digitali per la Blue Economy, costruire una rete di Digital Innovation Hub per supportare le PMI nella loro trasformazione digitale, fornire soluzioni innovative e supporto a 80 PMI nei settori ella blue economy, o economia del mare.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com