Altri sport
19 Maggio 2024
Lo schermidore "fantasioso" Alessandro Poli è terzo ai campionati italiani Gold.

Piccoli schermitori crescono, e non solo

di Redazione | 4 min

Leggi anche

Aquile a Brescia sabato sera per la semifinale del campionato

Destinazione Ravenna, ma passando per Brescia; il volo delle Aquile verso la finale del campionato di Ifl 2 non è diretto ma lungo e impegnativo e ancora una volta passa per una semifinale di tutto rispetto con la squadra di coach Pippin che andrà in trasferta contro i Bengals Brescia sabato sera nel tentativo di approdare per il 2° anno consecutivo al gran ballo di fine campionato

L’Hc Bondeno chiude la stagione agonistica

Si sono svolte nel weekend scorso le finali nazionali del Campionato Nazionale Under12 femminile, che hanno assegnato lo scudetto di categoria alle migliori Under12 italiane

Triathlon, podi per le atlete ferraresi

Nello scorso fine settimana Tappa Gold del Campionato Italiano di Triathlon a Bellaria – Igea Marina (RN) dove si è svolta una gara su distanza Olimpica (1,5 km nuoto – 40 km Bici – 10 km di corsa)

Gemellaggio tra il canoa club di Ferrara e quello di Cuneo

Il weekend del 14-16 giugno ha visto le Dragonette di Cuneo raggiungere l'Oasi di Vigarano Pieve per un incontro speciale con le Dragonlady del Canoa Club Ferrara. Una trentina di donne si sono riunite per condividere attività sportive e momenti di convivialità,...

Incoraggiare i bambini a praticare la scherma può avere effetti positivi a 360 gradi sul loro sviluppo fisico, mentale, ed emotivo. Non è solo uno sport che insegna a difendersi, ma una disciplina che prepara i giovani ad affrontare la vita con determinazione, intelligenza e rispetto per gli altri. La scherma offre un ambiente ricco di opportunità per crescere, imparare e prosperare.

La scherma è anche un’opportunità per i bambini di socializzare e fare amicizie. Durante gli allenamenti e le competizioni, presso l’Accademia Bernardi Ferrara, i giovani schermidori incontrano coetanei con interessi simili, imparano a lavorare in squadra e sviluppano un forte senso di appartenenza a una comunità. Inoltre, la scherma promuove l’inclusione, essendo uno sport accessibile a tutti, indipendentemente dal sesso, dall’età o dal background culturale.

Le prime due settimane di Maggio a Riccione si svolge la consueta gara nazionale per i ragazzi under 14, coronamento finale delle attività di preparazione schermistica per i giovani atleti. Nello spirito del sodalizio estense, la partecipazione è stata massiccia con l’obiettivo di divertirsi e confrontarsi con i “colleghi” di tutta Italia: la tensione e l’impegno sono la dimostrazione dei nostri valori.

Polito Federico, Barbieri Ruben, Campana Nicolò, Sebastiano Corsini, Caterina Colella, Caterina Garuti, Martina Venier e Mattia Gildone si qualificano per le prove finali e rappresentano degnamente l’Accademia Bernardi, sempre e costantemente seguiti dai maestri Alice Guzzinati, Fabio Quartarone e dall’onnipresente Riccardo Schiavina. Combattono, si impegnano, vincono, perdono, in altre parole crescono per affrontare le sfide e le sconfitte in un ambiente sportivo sicuro che li prepara a gestire le difficoltà nella vita.

Al termine delle due settimane Schiavina, stanco ma contento invia la seguente nota: “Volevo ringraziare i miei ragazzi insieme alle mamme, i papà e i nonni che in questi giorni sono venuti a Riccione. Volevo dirvi che sono fiero di ognuno dei piccoli atleti che ho avuto il piacere di accompagnare in gara. È vero, mancano le coppe, mancano i piazzamenti mancano i successi ma questo Gpg per me è stato un ottimo campionato italiano”. 

“Sono fiero dei miei ragazzi – continua – perché ognuno di loro si è messo in gioco, ha imparato qualcosa e si è battuto. Torno davvero soddisfatto dell’atteggiamento che ognuno di loro ha mantenuto in gara, tutti hanno sfidato i propri avversari giocandosela alla pari, di ognuno di loro non ricordo un momento di cedimento, di tutti ricordo solo la voglia di provarci”.

Li ha visti cresciuti il maestro, “disposti a imparare, convinti di potercela fare. Ho visto davvero tanti sorrisi, ho visto qualche lacrima a fine assalto, figlia della tensione scaricata, la trovo giusta e sana, sinonimo del desiderio di fare bene e dell’amor proprio verso ciò che si fa. Ma a tutti, forse per ricordarlo anche a me stesso, ho detto che quello che abbiamo affrontato è un bellissimo gioco. Ci siamo misurati, abbiamo vinto e abbiamo anche perso, eh vabbè…la prossima volta vedremo di essere più attenti”. 

“La prossima volta – conclude – vi insegnerò qualcosa in più perché non credete che non mi metta in gioco nelle sconfitte dei ragazzi, mi sento sempre corresponsabile, perché in questi giorni ho imparato tanto, torno ricco di spunti e anche di tanti dubbi, convinto di poter migliorare me stesso e i nostri ragazzi, essere in gara è un’opportunità per tutti. Invito anche voi, mamme e papà ad analizzare queste giornate e ripensare a tutte le emozioni”.

Ma non è finita: le gare assolute di scherma continuano fino a Giugno (poi le olimpiadi) nelle varie discipline: la più prestigiosa è il campionato Italiano di spada, i migliori 96 atleti sia nella categoria cadetti (under 17), che in quella Giovani (under 20) che in quella Assoluti.

L’Accademia Bernardi Ferrara ha già qualificato Pietro Baldazzi nella categoria Cadetti e Giovani, Fabio Quartarone e Federico Giatti per i “Giovani” e la “stella di casa” Emilia Rossatti per le finali assoluti di spada Femminile.

 La scorsa settimana si svolge la gara cadetti Gold che ammetterà i primi 8 agli Italiani. Partecipano 200 atleti da tutta Italia. La Bernardi schiera Alessandro Poli che entra in tabellone per i gironi come numero 6.

Alessandro è uno schermitore un po’ fantasioso, schermisticamente un po’ “matto”, in grado di fare finale o di uscire alla prima diretta: impugnatura francese e scherma fantasiosa.

Il maestro Riccardo Schiavina trema per ogni assalto: consigli, posizioni modo di tirare dipendono da te ma anche dall’avversario.

Ma Alessandro Domenica scorsa era in forma e dopo i gironi si classifica quindicesimo (una sola sconfitta).

Il tabellone di eliminazione diretta è lungo ma Alessandro macina vittorie su vittorie fino a giungere all’incontro che lo qualifica nei primi 8, vinto 15 a 8 contro il folignate Giannangeli.

Poi, sereno e tranquillo per la qualifica, continua la scalata alle finali arrendendosi solo in semifinale contro il bravissimo partenopeo Triunfo.

Felici e sereni, maestro e allievo tornano a Ferrara con l’obbiettivo della successiva trasferta a Genova per i campionati nazionali assoluti di spada Giovani, e Alessandro è al primo anno: ne vedremo delle belle.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com