Cronaca
18 Maggio 2024
I due fratelli nigeriani arrestati a Ferrara durante un'operazione coordinata dalla Procura di Palermo si sono avvalsi della facoltà di non rispondere davanti al gip

Truffavano ‘giocando’ sui sentimenti. Fanno scena muta davanti al giudice

di Davide Soattin | 2 min

Leggi anche

Aiutato da una bimba ferrarese. L’ex pilota Raf incontra la figlia della sua salvatrice

Un viaggio nel tempo da Tamara a Dublino. È quello che nei giorni scorsi, accompagnata dalla figlia Lidia Mastellari, ha intrapreso Lina Volpi per incontrare John Allman Hemingway, soprannominato Paddy, il 104enne ex pilota della Raf salvato, nell'aprile del 1945, a Coccanile da Giancarla 'Carla' Fabbri, madre di Lina, che all'epoca era una bambina

Ferrara Summer Festival. Piazza gremita per gli “Air”

Ieri sera piazza Trento e Trieste si è trasformata in un luogo senza tempo grazie alle sonorità uniche degli ‘Air’ - duo composto da Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, - accompagnate a ritmo da un palcoscenico costruito ad hoc per la band francese che si è esibita all’interno di una struttura di circa 12 metri realizzata con ledwall e attrezzata con Moog (sistema di sintetizzatori basati su tastiera), Korg, batteria, chitarra e boing di tastiere

Affluenza ai ballottaggi. Alle 12 a Tresignana al voto il 22,74% mentre a Copparo il 16,73%

Ballottaggio Copparo e Tresignana. L'affluenza alle 12 è del 22,73% a Tresignana e del 16,73% a Copparo. In quest'ultimo comune, dove si sfidano Enrico Bassi e Fabrizio Pagnoni, si tratta di 2.266 elettori sui 13.458 aventi diritto. A Tresignana dove invece la sfida arriva dopo un insolito pareggio tra Laura Perelli (sindaca uscente) e Mirko Perelli, 1717 voti pari, sono 1.309 ad aver esercitato il proprio diritto entro le 12 sui 5.759 aventi diritto.

Finiti nei guai dopo la maxi-operazione coordinata dalla Procura di Palermo, che ha portato a scoperchiare un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa estesa in tutta Italia, i due fratelli di nazionalità nigeriana, che nei giorni scorsi sono stati arrestati a Ferrara, hanno scelto la via del silenzio.

Ieri (venerdì 17 maggio) mattina infatti, durante l’interrogatorio di garanzia, davanti al gip del tribunale di Ferrara, i due – a cui viene contestata anche la ricettazione – si sono avvalsi della facoltà di non rispondere e, per uno di loro, è stata avanzata la richiesta di essere messo agli arresti domiciliari.

I due Azamen, così vengono definite le persone implicate in questo tipo di sistemi, chiamati Aza appunto, sarebbero stati tenutari di conti correnti da cui partivano poche centinaia di euro. Piccoli ‘pesci’ se confrontati ad altre posizioni in cui, stando a quanto si apprende, si sono registrati spostamenti anche tra i 10 e i 20mila euro.

L’inchiesta, eseguita dalla polizia di Stato, nasce dalla denuncia di due ragazze inserite nel sistema che, sequestrate dai loro stessi complici per restituire del denaro, decisero di raccontare tutto agli inquirenti, che poi attivarono controlli sui conti correnti e intercettazioni telefoniche per ricostruire i fatti.

In tutto sono state ventisei le persone finite indagate, di cui cinque di nazionalità italiana.

Secondo la Procura avrebbero messo a segno diverse tipologie di truffa. Da quelle relative a trading online e bitcoin fino a quelle sentimentali o romantiche in cui, utilizzando immagini di uomini molto avvenenti che si presentano spesso come imprenditori o militari in servizio in Paesi territori di guerra, o comunque con posizioni lavorative di alto livello, i truffatori fanno credere alla vittima di essere single, vedovi o separati.

 

 

 

 

 

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com