Cento
18 Maggio 2024
Si tratta del conducente che guidava il veicolo che andò a sbattere contro quello su cui viaggiavano la militare con un collega. L'uomo ha invaso la corsia opposta e stava procedendo oltre la velocità prevista

Carabiniera morì in un frontale, 49enne centese finisce a processo

di Davide Soattin | 2 min

Leggi anche

Aiutato da una bimba ferrarese. L’ex pilota Raf incontra la figlia della sua salvatrice

Un viaggio nel tempo da Tamara a Dublino. È quello che nei giorni scorsi, accompagnata dalla figlia Lidia Mastellari, ha intrapreso Lina Volpi per incontrare John Allman Hemingway, soprannominato Paddy, il 104enne ex pilota della Raf salvato, nell'aprile del 1945, a Coccanile da Giancarla 'Carla' Fabbri, madre di Lina, che all'epoca era una bambina

Ferrara Summer Festival. Piazza gremita per gli “Air”

Ieri sera piazza Trento e Trieste si è trasformata in un luogo senza tempo grazie alle sonorità uniche degli ‘Air’ - duo composto da Nicolas Godin e Jean-Benoît Dunckel, - accompagnate a ritmo da un palcoscenico costruito ad hoc per la band francese che si è esibita all’interno di una struttura di circa 12 metri realizzata con ledwall e attrezzata con Moog (sistema di sintetizzatori basati su tastiera), Korg, batteria, chitarra e boing di tastiere

Cento. Per l’incidente mortale in cui perse la vita Emily Vegliante, la carabiniera di 22 anni di San Giovanni in Persiceto, il gup del tribunale di Ferrara ha rinviato a giudizio O.C., il 49enne al volante della Peugeot 3008 che si schiantò frontalmente con la Fiat Punto su cui la giovane stava viaggiando insieme a un collega, il 38enne P.D.M. che era alla guida dell’automobile, anche lui rimasto gravemente ferito, senza però fortunatamente conseguenze letali.

Il tragico sinistro avvenne l’11 maggio 2023 nei pressi dell’incrocio tra via Modena e via di Renazzo, all’altezza dell’impresa di movimentazione terra Merighi, nel territorio di Cento.

Il 49enne alla guida della Peugeot 3008, che stava percorrendo la Sp66 con provenienza San Giovanni in Persiceto e direzione Renazzo-Ferrara, dovrà rispondere di omicidio stradale e lesioni personali gravi. Secondo la pm Isabella Cavallari infatti, con imprudenza e imperizia, l’uomo avrebbe invaso la corsia di marcia opposta con una velocità di 90 km/h, superando quindi di 20 km/h il limite di velocità dei 70 km/h previsto per quel tratto strada, andando a sbattere contro la Fiat Punto.

Quest’ultima, su cui stavano viaggiando i carabinieri, proveniva dal senso opposto ed era regolarmente posizionata nella propria semicarreggiata, quando l’impatto ha ucciso sul colpo Vegliante e ha provocato lesioni personali gravi al 38enne di fianco a lei, trasportato in elisoccorso all’ospedale Maggiore di Bologna, con frattura di entrambi i polsi, lussazione dell’anca destra e dell’acetabolo destro, giudicate guaribili dai sanitari in oltre quaranta giorni. Il 49enne invece fu portato in ambulanza all’ospedale di Cento.

Contestualmente, la Procura ha avanzato richiesta di archiviazione – su cui il gup si deve ancora pronunciare – per il 38enne P.D.M, anche lui indagato per omicidio stradale – come da prassi – nei mesi successivi all’incidente, quando gli inquirenti chiesero aiuto a un consulente, l’ingegnere Guido Cacciari, per effettuare una consulenza tecnica cinematica per accertare le eventuali responsabilità del sinistro mortale.

Durante l’udienza preliminare, assistito dall’avvocato Denis Lovison, il carabiniere 38enne si è costituito parte civile e ha citato l’assicurazione come responsabile civile. Su questo aspetto il gup si esprimerà nella prossima udienza, che è stata fissata per il 19 dicembre.

 

 

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com