Politica
15 Maggio 2024
Il dem è finito a processo per guida in stato di ebbrezza, diffamazione aggravata e bancarotta fraudolenta

Gli inciampi con la giustizia di Marescotti, candidato Pd

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Il fondatore della finanza etica a Ferrara

Candidato alle elezioni europee, nelle file del Movimento 5 Stelle, Ugo Biggeri sarà a Ferrara sabato 25 maggio al banchetto del M5S dalle 17 alle 18 in corso Martiri della Libertà al civico 38 per incontrare la cittadinanza interessata al mondo della finanza etica e della sostenibilità ambientale

Si chiude una scuola, si apre un garage

A Villanova di Denore è legge il detto che: quando si chiude una porta si apre un portone e quindi, dopo la chiusura della scuola primaria, domenica si inaugurerà la nuova sede che accoglierà il “Gruppo trattoristi ferraresi d’epoca”

Elezioni. Dibattito sulle politiche culturali

Venerdì 24 maggio alle ore 18.30 nella sala conferenze dell’Hotel Astra di Ferrara la vicesegretaria del partito democratico, delegata alla cultura e al turismo, Sara Conforti, candidata in Consiglio Comunale per le prossime elezioni amministrative dialogherà con Alberto Ronchi

Sono giorni che il vicesindaco Nicola Naomo Lodi continua a chiedere sulla propria pagina Facebook a Diego Marescotti di esibire il proprio casellario giudiziale. Marescotti, 39 anni, è candidato al consiglio comunale nella lista del Partito democratico.

Dalle insinuazioni di Lodi si poteva desumere che il dem avesse qualcosa da nascondere del suo passato giudiziario.

A questo si aggiungono le dichiarazioni fatte dal senatore di Fratelli d’Italia Alberto Balboni al “Carlino” locale, dove si legge che “tra i candidati (senza fare nomi, ndr) che sostengono la candidatura di Fabio Anselmo a sindaco di Ferrara, mi risulta ci sia una persona che è stata condannata per bancarotta fraudolenta con sentenza di patteggiamento divenuta irrevocabile pochi anni fa”.

A questo punto ci è sembrato che il collegamento fosse ovvio e la nostra redazione ha cercato di ottenere il certificato penale del candidato, scoprendo che a suo carico ci sono stati in passato tre inciampi con la giustizia.

Il primo, in ordine cronologico, è datato 23 dicembre 2015. Marescotti, imputato per guida in stato di ebbrezza, chiede di essere ammesso ai lavori di pubblica utilità (127 giorni) all’esito dei quali il gip del tribunale dichiara estinto il reato.

Il 19 aprile 2018 patteggia la pena di 20 giorni di reclusione per diffamazione aggravata.

Il 18 giugno 2020, infine, patteggia 1 anni e 4 mesi per bancarotta fraudolenta in concorso con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

Nei giorni scorsi Marescotti, come fece a suo tempo proprio Lodi, ha pubblicato il proprio certificato elettorale, che risulta “bianca”. Questo dipende dal fatto che le sentenze rimediate non sono ostative alla candidabilità, prevedendo pene inferiori ai due anni.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com