Eventi e cultura
25 Aprile 2024
Primo appuntamento domenica 28 aprile. Luca Siano illustrerà ai partecipanti le mostre permanenti "Vancini Manifesto" e "80 Ossessione"

A Factory Grisù al via le visite guidate alla scoperta del grande cinema

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Due artiste internazionali a Grisù

La mattina di sabato, alle 10.30, le due artiste condurranno “Serpentine workshop" mentre alla sera alle 21 presentano “Serpentine. Performance multimediale per voce e video”

Quarenghi e Gabos presentano il libro “Veloce lontano Storia di lettere, messaggi e messaggeri”

Venerdì 24 maggio alle ore 10:30, presso la storica sala dell’Oratorio San Crispinoì alla Libreria Libraccio di Ferrara Giusi Quarenghi e Otto Gabos presentano il libro “Veloce lontano Storia di lettere, messaggi e messaggeri” (Topipittori). Una proposta in collaborazione con Ferrara incontra l'editoria e promosso dall'Università di Ferrara.  Dialogano con gli autori gli studenti dell’Istituto Comprensivo C. Govoni

Un vero e proprio viaggio all’interno del cinema ferrarese e della storia italiana degli ultimi settant’anni. Le mostre permanenti “Vancini Manifesto” e “80 Ossessione” avviano un ciclo di visite guidate, a partire da domenica 28 aprile alle ore 10, negli spazi dell’ex caserma dei vigili del fuoco (via Poledrelli 21).

Nell’edificio, oggi gestito dal consorzio Factory Grisù, ha sede anche la scuola d’Arte cinematografica Florestano Vancini ed è proprio in questi ambienti che si trovano i due allestimenti, curati da Luca Siano e prodotti da Ferrara La Città del Cinema. A condurre la visita, a ingresso gratuito su prenotazione, sarà proprio Siano. “Con questa nuova iniziativa – spiega il curatore – intendiamo valorizzare una volta di più i cartellonisti, ovvero i cosiddetti pittori di cinema, e scoprire come dalla pittura si è passati alla fotocomposizione nel manifesto”.

Mentre la prima mostra, come si evince dal titolo, è dedicata ad un unico regista, la seconda parte dal capolavoro di Luchino Visconti e si estende ad altri grandi film girati in provincia di Ferrara. “Negli ultimi anni si è molto parlato, specie a Ferrara, di cineturismo ma forse un progetto strutturato non c’è mai stato. La visita a queste due mostre – spiega Stefano Muroni, presidente di Ferrara La Città del Cinema – è un punto di partenza. In futuro ci piacerebbe creare percorsi cittadini alla scoperta dei grandi set del passato”. Sarà possibile ammirare pezzi rari, a volte unici, e corredi pubblicitari integrali di alcuni dei più grandi film del cinema italiano.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com