Eventi e cultura
23 Aprile 2024
Gli studenti presenteranno musiche di Beethoven e Shostakovich. La direttrice: "Scelta del repertorio non casuale"

Liberazione a Casa Romei sulle note del Conservatorio

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Due artiste internazionali a Grisù

La mattina di sabato, alle 10.30, le due artiste condurranno “Serpentine workshop" mentre alla sera alle 21 presentano “Serpentine. Performance multimediale per voce e video”

Quarenghi e Gabos presentano il libro “Veloce lontano Storia di lettere, messaggi e messaggeri”

Venerdì 24 maggio alle ore 10:30, presso la storica sala dell’Oratorio San Crispinoì alla Libreria Libraccio di Ferrara Giusi Quarenghi e Otto Gabos presentano il libro “Veloce lontano Storia di lettere, messaggi e messaggeri” (Topipittori). Una proposta in collaborazione con Ferrara incontra l'editoria e promosso dall'Università di Ferrara.  Dialogano con gli autori gli studenti dell’Istituto Comprensivo C. Govoni

“Provo eterno dolore per coloro che furono uccisi da Hitler, ma non sono meno turbato nei confronti di chi morì su comando di Stalin. Soffro per tutti coloro che furono torturati, fucilati, o lasciati morire di fame. Molte delle mie Sinfonie sono pietre tombali. Troppi della nostra gente sono morti e sono stati sepolti in posti ignoti a chiunque, persino ai loro parenti. Dove mettere le lapidi? Solo la musica può farlo per loro. Vorrei scrivere una composizione per ciascuno dei caduti, ma non sono in grado di farlo, e questo è il solo motivo per cui io dedico la mia musica a tutti loro”.

È da queste parole del compositore russo Dmitrij Shostakovich che nasce l’idea di celebrare la giornata della Liberazione del 25 aprile con un concerto degli studenti del Conservatorio di Ferrara al Museo di Casa Romei, che per l’occasione è visitabile gratuitamente. La direttrice del Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara Annamaria Maggese presenta il repertorio che verrà eseguito giovedì 25 aprile alle 17. 

Libertà – dice – è parola che spesso viene sottovalutata e fraintesa, svilita dall’egoistica accezione di mera affermazione della propria individualità. Nonostante ogni anno ci si soffermi perlomeno a pronunciarne la dolcezza delle sillabe che la compongono. La musica, soprattutto quella da camera, è metafora perfetta del suo significato più profondo, perché è solo attraverso l’ascolto dell’altro e della sua richiesta di essere ascoltato che si potrà sentire la propria voce come ugualmente paritaria e libera di esprimersi, in un dialogo vicendevole e costante”.

“La scelta del repertorio presentato dal Frescobaldi in questo giorno di ricordo prezioso – continua -, non è certo casuale. Beethoven, più di altri compositori,  ha significato  in musica quale potesse essere il percorso dal buio delle tenebre e della sofferenza a quello della luce e dell’accettazione sublimata. E Shostakovich è riuscito a trovare, nonostante il maglio pesantissimo della dittatura staliniana, la via per affermare la propria dignità di uomo e di musicista e il suo anelito incessante alla piena e libera espressione di sé e del proprio pensiero.”     

Il direttore del Museo di Casa Romei Marcello Toffanello invita “tutte e tutti a festeggiare il 25 aprile nel Museo di Casa Romei assistendo al concerto organizzato assieme al Conservatorio di Ferrara. È un modo per condividere i valori di democrazia, tolleranza e convivenza pacifica fra i popoli che sono il messaggio ancora vitale della Liberazione, in un momento in cui oscuri scenari di guerra tornano a minacciare l’Europa. Ringrazio gli studenti e i docenti del Conservatorio per la partecipazione con cui hanno risposto all’appello scegliendo di eseguire due opere che interpretano nel migliore dei modi lo spirito della festa”.

Ad eseguire il Trio WoO 37 di L. v. Beethoven per flauto, fagotto e pianoforte saranno Laura Zanardi flauto, Rao Chengkan fagotto e Valerio Cacciari pianoforte, mentre il Quartetto per archi n. 8 op. 110 in do minore (1960) di Shostakovich sarà interpretato da Angelika Strano, Enrico Giannino violini, Wang Zitao viola e Jacopo Muratori violoncello.

Il concerto inizia alle 17, l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com