Spal
31 Marzo 2024
Secondo pareggio consecutivo per i biancoazzurri. Partita poco brillante ma punto utile per la salvezza

Galeotti tiene la Spal in vita. Ad Ancona arriva uno 0-0 sofferto

di Redazione | 4 min

Leggi anche

Processo stadio. “Tutti i margini di sicurezza non erano stati rispettati”

Prosegue il processo nato dall'inchiesta relativa alle presunte difformità strutturali dello stadio Paolo Mazza, riscontrate durante il cantiere per i lavori di ampliamento dell'impianto sportivo cittadino fino a 16mila posti, avviato dopo la permanenza della Spal in Serie A nel campionato di calcio 2018-2019

Operazione “Drivers”, altri tre arrestati finiscono in carcere

Dopo il 49enne Claudio Orlandini, nella giornata di ieri, domenica 21 aprile, altri tre arrestati nell'ambito dell'operazione "Drivers" sono stati trasferiti nel carcere di via Arginone: si tratta del 40enne Mateo Leprotti, del 43enne Marco Neri e del 37enne Vincenzo Scotti

Droga ad uso universitario

Finito a processo per spaccio di sostanze stupefacenti, lui si difende e respinge ogni accusa, giustificando quella droga in suo possesso come materiale legato ai suoi studi universitari che, a differenza di quanto oggi gli viene contestato, regalava ai suoi amici

Anche senza gli spazi la Resistenza continua

Il Centro Sociale La Resistenza resta ancora senza una sede, ma nonostante questo, il 25 aprile per la giornata della Liberazione nazionale dal nazifascismo, invita tutta la cittadinanza a un doppio appuntamento

Fermato e denunciato il piromane di Lido degli Estensi

Avrebbe appiccato piccoli incendi e forato gli pneumatici di automobili in sosta, fino a quando i carabinieri non lo hanno sorpreso mentre si allontanava dopo aver dato fuoco con un accendigas ad alcune ramaglie lasciate sulla strada da alcuni residenti

di Andrea Mainardi

E’ il portiere biancoazzurro a prendersi le luci della ribalta al ‘Del Conero’ con un paio di parate decisive. Decisivo anche Valentini nel primo tempo per evitare una sconfitta che sarebbe stata sanguinosa mentre invece è l’Ancona a dover recriminare per le maggiori palle gol costruite e non sfruttate. Se contro la Carrarese il pareggio era stato frutto di voglia e gamba, oggi la paura ha fatto tremare le gambe alla Spal ogniqualvolta si entrava nei quaranta metri avversari. Tantissimi gli errori in costruzione ed i giocatori di qualità spallini oggi non si sono accesi. Solo Rao e Zilli hanno fatto vedere qualcosa di interessante in una ripresa dove un super Galeotti ha davvero salvato i suoi nel duello con l’attaccante biancorosso Spagnoli. Al fischio finale il sospiro di sollievo per Di Carlo è grande perchè questo punto potrebbe rappresentare una seria ipoteca sulla salvezza della Spal.

La cronaca. Se sugli spalti lo spettacolo è notevole con entrambe le tifoserie che festeggiano i quarant’anni di gemellaggio, lo stesso non si può certo dire di quello che accade sul terreno di gioco. La delicatezza della partita fa si che entrambe le squadre siano estremamente attente nello scoprirsi. Leggermente meglio la Spal nei primi venti minuti con un paio di punizione calciate da Maistro ed allontanate dalla difesa dorica. L’Ancona trova qualche spazio sugli esterni per mettere qualche pallone in area ma Valentini è sempre al posto giusto nel momento giusto. Molti i contrasti in mezzo al campo ed al 20′ Prezioso, già ammonito, viene graziato del secondo giallo dopo un’entrata in ritardo su Fiordaliso. La seconda parte del primo tempo è maggiormente a favore dei biancorossi perchè la Spal non riesce mai ad innescare le punte e tantomento gli esterni, sbagliando tantissimi palloni in verticale. L’unico vero sussulto arriva al 33′ quanto Paolucci chiude il triangolo con Spagnoli che salta Galeotti uscito goffamente ed è Valentini a salvare tutto con un intervento provvidenziale in scivolata sulla conclusione proprio di Spagnoli.

La partita si anima finalemente nel secondo tempo. Di Carlo inserisce Rao e Zilli per Maistro e Petrovic mentre l’Ancona si rende pericolosa. Al 53′ Agyemang trova spazio per il cross e Spagnoli gira di testa eludento Fiordaliso. Galeotti deve volare per togliere la sfera dallo specchio della porta. Poco dopo anche la Spal crea la sua prima palla gol: Perucchini non respinge bene l’angolo di Buchel e Rao rimette il pallone in area dove Zilli di testa chiama Perucchini all’intervento con la mano di richiamo. I biancoazzurri in questa fase semvrano soffrire la fisicità anconetana ed arrivano ancora occasioni per i dorici. Al 61′ il duello tra Spagnoli e Galeotti si esalta: prima l’attaccante cerca il gol con un rasoterra deviato in angolo dal portiere e dall’angolo successivo Spagnoli viene pescato in area piccola dal colpi di testa di Mondonico. Galeotti esce alla disperata e disinnesca il tiro a botta sicura e Zilli poi toglie la palla dalla linea di porta. Ci prova poi anche Prezioso da fuori poi senza esito.

Passato lo spavento la Spal inserisce anche Rabbi e Collodel per Antenucci e Nador, riuscendo a rialzarsi dopo minuti di grande sofferenza. Al 74′ Valentini con gran tempismo impatta l’angolo calciato da Buchel ma non trova la porta nonostante il gran spazio a disposizione. Il finale poi è maggiormente a favore di biancoazzurri, Rao riesce a dar maggiore vivacità ed anche Dalmonte finalmente riesce a farsi vedere con qualche spunto. Niente comunque che possa impegnare Perucchini e gli ultimi assalti anconetani sono frutto più di disperazione che altro. La partita termina senza reti ancora una volta per la Spal che oggi deve ringraziare Galeotti se la salvezza è un’altro passettino più vicina.

Ancona – Spal 0-0

Ancona (3-5-2): Perucchini; Mondonico, Cella, Pasini; Barnabà, Paolucci (dal 69′ Saco), Gatto, Prezioso (dal 63′ Basso), Agyemang; Spagnoli, Giampaolo (dal 69′ Moretti).
All.: R. Boscaglia.
A disp.: Vitali, Testagrossa, Energe, Marenco, Martina, D’Eramo, Radicchio, Vogiatzis.

Spal (4-4-2): Galeotti; Ghiringhelli (dall’ 89′ Breit), Valentini, Fiordaliso, Tripaldelli; Dalmonte, Nador (dal 63′ Collodel), Buchel, Maistro (dal 55′ Rao); Antenucci (dal 63′ Rabbi), Petrovic (dal 55′ Zilli).
All.: D. Di Carlo.
A disp.: Alfonso, Meneghetti, Contiliano, Orfei, Bassoli, Saiani, Iglio, Breit, Edera.

Arbitro: Alberto Ruben Arena di Torre Del Greco.
Assistenti: Fratello, Pizzoni.
Quarto ufficiale: Cerea.

Ammoniti: Prezioso 11′ (A), Cella 27′ (A), Valentini 27′ (S), Maistro 34′ (S), Barnabà 58′ (A), Mondonico 63′ (A), Gatto 83′ (A), Rao 86′.
Espulsi: nessuno.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com