Cronaca
1 Marzo 2024
Un 46enne agli arresti domiciliari stava andando a Cona per una visita, quando ha visto il militare parlare con l'ex moglie e lo ha aggredito. Con lui anche il figlio 22enne, che ha preso a calci la vittima

Carabiniere picchiato in Gad. Il raid per gelosia

di Davide Soattin | 2 min

Leggi anche

Trovato con la droga in Gad durante i controlli interforze

Nuovo intervento straordinario congiunto di tutte le forze di polizia con l'obiettivo di potenziare l’attività di prevenzione e di contrasto alla criminalità a Ferrara città, quello avvenuto nel pomeriggio giovedì 11 aprile

In carcere il fratello del sindaco di Lagosanto

È Gianfranco Bertarelli, ex presidente di una cooperativa della pesca e fratello di Cristian, sindaco di centrodestra del Comune di Lagosanto, una delle persone arrestate lo scorso gennaio nel corso di una maxi operazione antidroga dei carabinieri di Adria, in provincia di Rovigo

Spendeva troppi soldi con l’amante. La Cassazione gli affida un tutor

La Corte di Cassazione ha dato ragione a una donna ferrarese che, dopo essersi separata, aveva chiesto al giudice tutelare di affidare l'ex marito nelle mani di un amministratore di sostegno dal momento che lui, uomo facoltoso e benestante, stava sperperando tutti i suoi averi con l'amante di nazionalità romena

Infarto al volante. Salvato da un’infermiera fuori servizio

Era al volante della sua automobile quando ha improvvisamente iniziato a sentirsi male, ma l'intervento provvidenziale di un infermiere del 118 fuori servizio gli ha salvato la vita, rianimandolo in quei pochi minuti necessari ai soccorsi per arrivare, intervenire e trasportarlo in ospedale

Elezioni. Sei liste a sostegno di Alan Fabbri

Sono in tutto sei le liste in appoggio a Fabbri: oltre alla civica "Alan Fabbri sindaco" anche Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Ferrara al Centro e Udc per Ferrara hanno scelto di appoggiare la candidatura di Fabbri per il secondo mandato

Sono un padre, 46enne di nazionalità macedone, e suo figlio di 22 anni gli autori dell’aggressione ai danni del carabiniere del Norm di Ferrara che, nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio, mentre si trovava fuori servizio, è stato picchiato in via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l’Agenzia delle Entrate, dietro la stazione ferroviaria, in Gad.

Stando a quanto si apprende, dopo aver ricevuto l’autorizzazione poiché agli arresti domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti, il 46enne si stava recando, insieme al figlio, a bordo della sua automobile, all’ospedale di Cona, dove l’attendeva una visita di controllo post-intervento chirurgico a cui si era sottoposto durante le scorse settimane.

Nel tragitto tra la sua abitazione di Pontelagoscuro e il Sant’Anna, però, l’uomo avrebbe visto la sua ex moglie parlare con il carabiniere e, accecato da rabbia e gelosia, dopo averli affiancati, sarebbe sceso dal veicolo e avrebbe preso a pugni in faccia il militare, mentre il figlio, sceso anche lui dal mezzo per dargli una mano, gli avrebbe sferrato dei calci.

Poi, dopo l’aggressione, i due sarebbero immediatamente risaliti in auto e si sarebbero diretti all’ospedale come se nulla fosse, mentre il carabiniere è stato soccorso dai sanitari di Voghiera Soccorso che l’hanno trasportato al Sant’Anna per gli accertamenti del caso e curargli le ferite a zigomo, occhio e naso valutate guaribili con trenta giorni di prognosi.

A Cona sono arrivati anche i carabinieri che hanno fermato e identificato padre e figlio, arrestando il primo e denunciando a piede libero il secondo.

Domani (2 marzo) in tribunale a Ferrara, davanti al giudice Carlotta Franceschetti, è stata fissata l’udienza di convalida dell’arresto del 46enne, che al momento – come disposto dal pm di turno Ciro Alberto Savino – è tornato agli arresti domiciliari.

 

 

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com