Attualità
1 Marzo 2024
Maggi:  "Oggi è una giornata di festa. Da oggi questo quartiere diventa sempre meno periferico"

Riapre via Darsena. Fabbri: “Uno sforzo per migliorare la qualità della vita”

(Foto di Riccardo Giori)
di Pietro Perelli | 3 min

Leggi anche

In carcere il fratello del sindaco di Lagosanto

È Gianfranco Bertarelli, ex presidente di una cooperativa della pesca e fratello di Cristian, sindaco di centrodestra del Comune di Lagosanto, una delle persone arrestate lo scorso gennaio nel corso di una maxi operazione antidroga dei carabinieri di Adria, in provincia di Rovigo

Infarto al volante. Salvato da un’infermiera fuori servizio

Era al volante della sua automobile quando ha improvvisamente iniziato a sentirsi male, ma l'intervento provvidenziale di un infermiere del 118 fuori servizio gli ha salvato la vita, rianimandolo in quei pochi minuti necessari ai soccorsi per arrivare, intervenire e trasportarlo in ospedale

Riaperta oggi via Darsena, a doppio senso di marcia, con una conferenza stampa aperta alla cittadinanza, taglio del nastro e buffet finale a Wunderkammer. “Uno sforzo – dice il sindaco Alan Fabbri – fatto anche per migliorare la qualità della vita” dei residenti che rientra in un più ampio progetto di riqualificazione dell’area proposto dalla precedente amministrazione Tagliani. “Oggi – aggiunge l’assessore Andrea Maggi – è una giornata di festa. Da oggi questo quartiere diventa sempre meno periferico” e sarà “sempre più connesso al centro della città”.

L’intero intervento è finanziato per 18 milioni di euro di cui 12 già spesi e altri 6 riguardanti interventi che verranno finiti entro il 2025 come quello all’ex Mof che avrà avvio il 17 marzo. Dei fondi ad ora impiegati (12.286.000 €) vi sono 436.000 € dell’amministrazione mentre gli altri sono ministeriali.

Dello stesso avviso di Maggi e Fabbri anche l’ing. Antonio Parenti per cui oggi “restituiamo alla città l’asse di collegamento est ovest” e “anche un collegamento al centro città” dopo “lavori durati due anni” e costati 3,8 milioni più i 400.000 euro dell’amministrazione”. Soddisfatto anche Marco Campion direttore tecnico di Cogefri Infrastrutture che ha svolto i lavori che ringrazia i “residenti con i quali abbiamo convissuto negli ultimi due anni”. “È stato – dice – come ristrutturare casa con gli abitanti dentro”. Racconta anche delle 30.000 ore di manodopera servite per completare i lavori e così come fatto in precedenza da amministratori e tecnici specifica che l’intervento ha riguardato anche  “cos’è che non si vedono, i sottoservizi (in particolare le reti di acqua e gas, ndr) le cose più lente e delicate da fare”.

Maggi e Fabbri tornano anche sulle lungaggini “dovute al periodo Covid o all’aumento dei costi” ma anche, come già riportato nelle cronache locali, “alle verifiche per il rischio di presenza di ordigni bellici” poi non trovati. Oltre a questo ha sicuramente inciso l’intervento radicale nel progetto presentato dalla precedete amministrazione che quantificano nel “60% delle opere” con una cubatura di cemento, fa sapere Maggi, che passa da 180.000 mq a 160.000 mq.

Gli interventi, come si accennava, non sono finiti e a marzo partiranno i lavori, per 4,5 milioni, di realizzazione della nuova area parcheggio all’ex Mof. Sindaco e Maggi fanno sapere che si cercherà di attuare un intervento modulare in modo da mantenere nella disponibilità degli utenti aree del parcheggio che rimarrà gratuito.

A questo si aggiungeranno altri tre interventi di minore entità economica con 1 milione di euro destinato alla riqualificazione di via Piangipane, corso Isonzo  e la nuova piazza di via Rampari San Paolo. Cinquecentomila euro saranno invece destinati all’ampliamento dell’autostazione e alla manutenzione straordinaria della ciclabile di via Cassoli mentre 150mila euro serviranno per opere di bonifica ambientale.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com