Politica
1 Marzo 2024
Il Pd dà "tutta la disponibilità" e chiede un "intervento incisivo del sindaco" per salvare "uno spazio che non possiamo permetterci di perdere"

Chiusura Uci Cinema. I sindacati in commissione: “Chiederemo linearità e trasparenza”

di Pietro Perelli | 2 min

Leggi anche

Elezioni. Daniele Botti: “Vi spiego il civismo puro”

Cos'è il civismo puro? È la volontà di rimanere sui temi della politica veri, quelli che la politica – che chiama la “partitica” - generalmente non porta avanti. Sono quei temi – magari noiosi, rompiscatole - che riguardano il sociale, la famiglia, l’economia

Elicottero precipitato a Bondeno. L’Ansv ipotizza l’errore umano

L'Ansv - Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo - ha inserito l'incidente aereo del 10 ottobre 2023 avvenuto a Settepolesini, nel territorio comunale di Bondeno, all'interno del report informativo annuale relativo alla sicurezza dell'aviazione civile in Italia

Trovati con un chilo di droga in auto. Restano in cella

Il gip Carlo Negri del tribunale di Ferrara ha convalidato l'arresto e confermato la custodia cautelare in carcere dei due ferraresi che, nella serata di martedì 9 aprile, sono stati arrestati con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dalla Polizia di Stato che li aveva sorpresi in flagranza con oltre un chilo di hashish in auto

La chiusura dell’Uci cinema che si avvererà a fine giugno è stata un “fulmine a ciel sereno” per la città ma anche per i sindacati che non avevano avuto alcun sentore della crisi. Chiaramente non si tratta di miopia per quello che è risaputo essere un settore in crisi con “101 cinema chiusi a Roma” come ricorda anche l’assessore Marco Gulinelli durante la riunione della prima e seconda commissione consiliare.

Una commissione, richiesta dal Partito Democratico, alla quale partecipa anche Fabio Artosi (Slc Cgil) che ringrazia le forze politiche per “aver risposto al grido d’allarme” ma chiede se c’è “la volontà di costruire una cabina di regia” attraverso la quale provare a governare la crisi.

Una crisi che riguarda 8 dipendenti a tempo indeterminato e altri il cui contratto scadrà a maggio ma anche, ricorda Antonella Amerini (Fistel Cisl), “l’indotto”. Chiaramente la ricollocazione del personale in altre strutture di proprietà dell’azienda “è impensabile” ma pare che un primo incontro possa esserci il 5 marzo e lì i sindacati chiederanno che “ci sia linearità e trasparenza”.

Elementi considerati fondamentali se si considera che, per quanto sia in crisi il settore delle sale cinematografiche, “l’Uci di Ferrara aveva già diversificato la propria attività” attraverso un “rapporto sinergico con Unife” che andava oltre la fruizione degli spazi mettendo al servizio dell’Università anche alcune competenze tecniche.

Il Pd per voce del capogruppo Colaiacovo e di Davide Nanni chiede all’amministrazione di essere “proattiva” nel contattare la proprietà alla quale è stata inviata una pec di cui si attende risposta. Disponibile “a tenere alta l’attenzione” si dichiara l’assessora Angela Travagli e dello stesso avviso anche Marco Gulinelli: “Siamo noi a chiedere il dialogo che la società non sta dando”.

Colaiacovo ricorda che c’è “tutta la disponibilità del Pd” nell’essere di supporto oltre che ad “avviare una riflessione su come rilanciare la struttura”. Ma spera anche che possa esserci un “intervento incisivo del sindaco” a cui, ribadisce, “daremo tutto il nostro supporto”.

Un supporto che andrà sia nella direzione di risoluzione della questione attraverso il rilevamento dell’attività e che in caso di necessità possa virare verso il ripensamento di quello spazio. Uno spazio che nel suo complesso, ricorda Nanni, “era già da anni in forte crisi” con un “edificio che fece discutere ma che oggi non possiamo permetterci di perdere”. “Quello che chiedo – dice sempre Nanni – è un impegno corale per avviare un confronto”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com