Salute
29 Febbraio 2024
Sara Zaccone di Taxi 1729 spiega "cosa significa che non conviene giocare, cosa significa che il banco vince sempre"

“Fate il nostro gioco”. Combattere al cuore il problema del gioco d’azzardo

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Morì sul lavoro in Borgo Punta. Si attende l’udienza preliminare

Si attende la fissazione dell'udienza preliminare del processo per l'incidente mortale in cui perse la vita Miz Mohamed Fawzy Abdou, operaio edile 36enne di nazionalità egiziana, impegnato in un cantiere per la ristrutturazione col Superbonus 110% di un palazzo in via Borgo Punta, al civico 187

Sobbe (La Nena): “L’idrovia così com’è stata pensata non si farà mai”

"L'idrovia così com'è stata pensata non si farà mai, non sarà mai effettivamente funzionante e sfido chiunque a pensare che le navi di IV classe europee possano passare sotto il ponte di San Giorgio". A dirlo, durante la IV commissione presieduta da Tommaso Mantovani (M5S) è Georg Sobbe titolare de La Nena sas

È da poco arrivato nell’ex Refettorio di San Paolo, durerà fino al 5 marzo, il laboratorio “Fate il Nostro gioco” di cui abbiamo parlato con Sara Zaccone, socia fondatrice di Taxi 1729, società che lo ha ideato e che lo porta in giro per tutta Italia dal 2009. Il laboratorio è organizzato in collaborazione con l’Ausl e il comune di Ferrara.

“Un laboratorio – ci spiega Zaccone – in cui parliamo di matematica e psicologia del gioco d’azzardo”. Si tratta di un progetto “in cui partiamo dal tavolo della roulette, che usiamo come il tavolo di un laboratorio di chimica”, da li parte “per capire cosa significa che non conviene giocare, cosa significa che il banco vince sempre e cosa significa che alla lunga si perde”.

Dalla roulette si scopre quindi “il cuore matematico” per poi passare ad altri giochi e scoprire che “cambia il vestito” ma “il cuore matematico è lo stesso”.

Oltre al problema matematico dell’impossibilità di vincere nel lungo periodo è però “importantissimo” anche il vestito perché “dà al gioco delle caratteristiche che lo rendono più o meno appiccicoso” rendendo più difficile staccarci.

Un esempio Sara Zaccone lo fa con il “near miss” tipico del Gratta e Vinci, “la quasi vincita” che spinge a giocare ancora perché si era vicini a vincere. “Un’esperienza molto importante perché trasforma un feedback negativo, quello della perdita, in qualcosa che voglio rifare”.

Una caratteristica che possiede anche la Slot Machine a cui si aggiungono altre come le “piccole vincite, un ambiente immersivo, spesso come questa sala, una sala buia, senza finestre, senza orologi, che ci permette di passare più tempo possibile senza renderci conto del tempo che passa”.

Ecco il con questo laboratorio si cerca anche di comprendere il cuore matematico del problema ma anche le caratteristiche che lo rendono “appiccicoso”.

 

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com