Attualità
27 Febbraio 2024
Aveva avuto un improvviso successo nel 2016 quando l'allora piccolo Matteo l'aveva inventata e la Crusca aveva provato a sostenerne l'inserimento nell'italiano

‘Petaloso’ sta sparendo insieme ad altri neologismi

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Trovato con la droga in Gad durante i controlli interforze

Nuovo intervento straordinario congiunto di tutte le forze di polizia con l'obiettivo di potenziare l’attività di prevenzione e di contrasto alla criminalità a Ferrara città, quello avvenuto nel pomeriggio giovedì 11 aprile

Elicottero precipitato a Bondeno. L’Ansv ipotizza l’errore umano

L'Ansv - Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo - ha inserito l'incidente aereo del 10 ottobre 2023 avvenuto a Settepolesini, nel territorio comunale di Bondeno, all'interno del report informativo annuale relativo alla sicurezza dell'aviazione civile in Italia

Trovati con un chilo di droga in auto. Restano in cella

Il gip Carlo Negri del tribunale di Ferrara ha convalidato l'arresto e confermato la custodia cautelare in carcere dei due ferraresi che, nella serata di martedì 9 aprile, sono stati arrestati con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dalla Polizia di Stato che li aveva sorpresi in flagranza con oltre un chilo di hashish in auto

Cia-Agricoltori: “Accoglienza è futuro”

Conoscere le esperienze, il percorso e la cultura di chi arriva nel nostro Paese per favorire l’integrazione e l’inserimento del mondo del lavoro. Questo il filo conduttore dell’evento “Accoglienza è futuro” organizzato da Anp-Cia-Agricoltori Italiani Ferrara, l’associazione che riunisce i pensionati agricoltori

“Petaloso” sta sparendo, o meglio, così come altri neologismi una volta persa la sua funzione perde anche di importanza e quindi la possibilità di inserirsi nel vocabolario.

Si tratta di una cosa fisiologica attestata da Onli, l’osservatorio neologico della lingua italiana della Treccani, e che oltre alla parola inventata a Copparo dal piccolo Matteo nel 2016 (oggi sicuramente definirlo piccolo non è più corretto ma allora era un bambino delle elementari) ne individua altre.

Già nel 2017 lo Zingarelli l’aveva esclusa dal dizionario perché effimera. Nonostante infatti la celebrità iniziale e le motivazioni con cui la Crusca aveva sostenuto, tramite l’hashtag #petaloso, l’utilizzo nella lingua italiana parlando di “parola ben fatta”.

“La tua parola è bella e chiara”, scriveva la Crusca specificando però che “bisogna che la parola nuova non sia conosciuta e usata solo da chi l’ha inventata, ma che la usino tante persone e tante persone la capiscano. Se riuscirai a diffondere la tua parola fra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a scrivere e dire ‘Com’è petaloso questo fiore!’ o, come suggerisci tu, ‘le margherite sono fiori petalosi, mentre i papaveri non sono molto petalosi’, ecco, allora petaloso sarà diventata una parola dell’italiano, perché gli italiani la conoscono e la usano”.

Oltre a petaloso tra le parole in via di sparizione, evidenziate anche dall’agenzia Dire, troviamo molti neologismi coniati in campo televisivo come ‘tronista’ o ‘meteorina’ che però hanno un tracciato diverso rispetto alla parola inventata a Copparo. È infatti evidente come queste parole abbiano una vita delineata dalla necessità di definire figure legate a una trasmissione televisiva e quindi hanno necessità di esistere fin quando qui utilizzate.

Per ‘petaloso’ la situazione è differente, nasce dalla necessità di un bambino di terza elementare di definire un fiore con molti petali e dalla sua insegnate che decide di sottoporre la parola alla Crusca. Nonostante ciò sta sparendo perché, come sottolineava la Crusca nella lettera riportata, è necessario che venga usata da tante persone.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com