Cento
24 Febbraio 2024
Secondo il presidente di Libertà per Cento la città è "povera e con redditi medio bassi"

Mattarelli: “La città in continuo calo economico merita un salto di qualità”

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Vigilia di Natale finita a pugni tra due fratelli

Era la vigilia di Natale dello scorso anno. Per le feste si ritrovano assieme, con le rispettive famiglie, due fratelli tra i quali, per questioni legate all'eredità paterna, negli ultimi tempi non corre buon sangue. Il più giovane dei due, classe 1976, abita nella casa di Pieve di Cento ereditata come proprietà indivisa

Operazione “Drivers”, altri tre arrestati finiscono in carcere

Dopo il 49enne Claudio Orlandini, nella giornata di ieri, domenica 21 aprile, altri tre arrestati nell'ambito dell'operazione "Drivers" sono stati trasferiti nel carcere di via Arginone: si tratta del 40enne Mateo Leprotti, del 43enne Marco Neri e del 37enne Vincenzo Scotti

Cento. A quanto afferma Marco Mattarelli di Libertà per Cento “i residenti della città di cento pagano 4 milioni di addizionale Irpef, ciò significa che il reddito Irpef complessivo dichiarato da chi abita qui è circa 500 milioni data l’aliquota di 0,8% applicata al reddito Irpef dichiarato ed aumentata nel 2022 dal sindaco Accorsi”.

Facendo quindi  “un approssimativo calcolo il reddito medio Irpef dichiarato è di circa 17.000€” e questo indicherebbe che “la ricca Cento è nei fatti una città povera con redditi medi bassi”.

Mattarelli parla di “una città che contribuisce a pagare con le sue tasse, 4 milioni di Irpef, un palazzetto dello sport da 4,5 milioni una scuola di cartone semi vuota a Corporeno costata complessivamente circa 12 milioni di denaro pubblico, un carnevale da quasi mezzo milione fatto in pompa magna come nei paesi sudamericani, dove i cittadini vivono in favelas”.

Pagherebbe poi “150mila euro di affitto ai privati proprietari degli uffici comunali mentre il municipio storico resta terremotato, perché si è deciso di ricostruire prima la pinacoteca e forse il teatro, visti gli ultimi problemi dopo ben 12 anni. Tutto ciò in un quadro generale di degrado lento e inesorabile con strade spesso indecenti, servizi non all’altezza del rating della città, scarsa vivibilità, senso di abbandono generale”.

“La città – cocnlude Mattarelli – in continuo calo economico merita un salto di qualità, non solo politicamente ma anche culturalmente a prescindere dal Guercino”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com