Politica
23 Febbraio 2024
I dem sostengono che occorra "valorizzare i territori delle frazioni e i loro abitanti, e ascoltare le loro esigenze"

Furti nelle Frazioni. “Giunta Fabbri assente”

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Elezioni. Daniele Botti: “Vi spiego il civismo puro”

Cos'è il civismo puro? È la volontà di rimanere sui temi della politica veri, quelli che la politica – che chiama la “partitica” - generalmente non porta avanti. Sono quei temi – magari noiosi, rompiscatole - che riguardano il sociale, la famiglia, l’economia

Elezioni. Sei liste a sostegno di Alan Fabbri

Sono in tutto sei le liste in appoggio a Fabbri: oltre alla civica "Alan Fabbri sindaco" anche Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Ferrara al Centro e Udc per Ferrara hanno scelto di appoggiare la candidatura di Fabbri per il secondo mandato

Farmacie Comunali. “Manca accesso agevolato per Disability Card”

"Nonostante quanto indicato dalla convenzione, nei totem salva-coda delle Farmacie Comunali è venuta meno da mesi la funzione di accesso agevolato per i possessori di Disability card, le cui rimostranze e segnalazioni finora non hanno trovato ascolto presso chi...

Furti, prima il caso di Aguscello, poi quello di Malborghetto di Boara. “La giunta Fabbri si è dimenticata delle frazioni”. È la sentenza dei consiglieri del Pd Maria Dall’Acuqa ed Elia Cusinato che propongono il “ripristino del controllo di vicinato” e l’incremento di “videosorveglianza, illuminazione e iniziative che promuovano la conoscenza di vicinato e incentivino il commercio di frazione”.

“Dov’è finita – si domandano i dem – la ‘Ferrara Sicura’, bandiera dell’amministrazione Fabbri? Il problema della sicurezza nelle Frazioni colpisce tutte e tutti, in ogni frazione. Lo raccontano i giornali: Malborghetto di Boara e Aguscello sono i casi più conosciuti, ma quanti altri non sono stati denunciati?”

Le statistiche però potrebbero non rilevare tutti i casi mancando quelli in cui “i cittadini non hanno formalizzato la denuncia alle forze dell’ordine” che i dem ringraziano “per il lavoro quotidiano a presidio del territorio”. “I cittadini – aggiungono – devono denunciare oltre che chiamare le Forze dell’Ordine”.

“La Giunta Fabbri si vanta che la città sia diventata più sicura. Falso” dicono Dall’Acqua e Cusinato che si chiedono anche che fine abbia “fatto l’implementazione del sistema di videosorveglianza cittadino per frazioni, aree artigianali e centro storico? Un sistema che poteva essere realizzato grazie ai contributi erogati dal Ministero dell’Interno, oltre che dai 2 milioni che annualmente la Regione Emilia-Romagna stanzia per i progetti dedicati alla sicurezza urbana”.

“Oltre al danno, la beffa” perché è “notizia proprio di questi giorni che alcune telecamere siano state posizionate dall’amministrazione nel centro cittadino, nuovamente a discapito delle zone del forese, che rimangono prive di attenzione concreta”.

“Qual è l’ascolto dei cittadini? Che fine fanno le istanze dei cittadini del Forese?” 

I dem sostengono che occorra “valorizzare i territori delle frazioni e i loro abitanti, e ascoltare le loro esigenze”.

Se questa è la situazione “non vi è da stupirsi che le persone lascino le nostre frazioni”. Inoltre “l’assenza di attenzione da parte dell’amministrazione comunale porta a un continuo impoverimento di servizi e alla sempre minore appetibilità del territorio, oltre che a una diffusa insicurezza”.

Un vuoto che “deve necessariamente essere colmato, con urgenza”. 

“Le frazioni del nostro comune – concludono – necessitano con urgenza di progetti di sviluppo legati alla sicurezza e al decoro per tutelare la cittadinanza che vi risiede e che stoicamente tiene aperte le serrande delle attività commerciali, indispensabili baluardi di presidio del territorio”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com