Lettere al Direttore
2 Febbraio 2024

La sicurezza stradale percepita dal Comune di Ferrara

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Manganellare ragazzi inermi non è garanzia dell’ordine pubblico

In merito alla dichiarazione del consigliere Luca Caprini, contenute nell’articolo “Caprini contro i ‘soloni’ che criticano la polizia. “Ci vadano loro a tutelare l’ordine pubblico”, rispondo che manganellare ragazzi senza difesa non è garanzia di difesa...

Evasione fiscale e condoni, Italia paese strano

Gentile direttore, l’Italia è un paese strano. L’evasione fiscale è stimata da tutti i più autorevoli Centri Studi in circa 100 miliardi di euro all’anno – comprensivi di imposte dirette, IVA, contributi non versati, ecc. -; si valuta che mediamente il 70% del...

Prioritario il tema dei morti sul lavoro

I tragici fatti di Firenze pongono come prioritario il tema delle morti sul lavoro. È urgente intervenire per scongiurare queste evenienze sapendo che non sono fatalità. Le tante morti sul lavoro sono l’effetto ultimo di una riduzione dei controlli sul sistema...

A proposito di decoro urbano

Egregio Direttore, circa a metà gennaio ho letto che l'amministrazione aveva istituito un “Nuovo progetto di pronto intervento per lavori di piccola manutenzione per il decoro urbano” Molto bene, ottima iniziativa. Così ho telefonato per segnalare che in fondo a...

Buongiorno,

mi chiamo Andrea Boni, sono uno studente di architettura fuori sede, vengo da Reggio Emilia ma abito e studio a Ferrara dal 2019.

Vorrei comunicarvi alcune considerazioni a proposito della sicurezza stradale e di come viene percepito il tema dai servizi del Comune.

Sono venuto a conoscenza recentemente del nuovo servizio di segnalazioni che il Comune di Ferrara ha predisposto per permettere ai cittadini di indicare problematiche, guasti, ecc. direttamente ai tecnici comunali. (https://www.comune.fe.it/it/b/26624/segnalazioni)

Ho deciso quindi di segnalare una situazione che ritengo pericolosa riguardo alla conformazione di via Carlo Mayr, in particolare nel tratto tra via Cammello e via Porta San Pietro, ovvero la mancanza del marciapiede sul lato nord che permetta il transito in sicurezza dei pedoni, anche data la presenza di numerose abitazioni e di cassonetti della raccolta dei rifiuti.

Mi è stato risposto che non è possibile predisporre un marciapiede in quel tratto in quanto sono presenti stalli di sosta e la carreggiata non avrebbe dimensioni sufficienti per permettere il transito contemporaneo di un taxi e un veicolo (mi chiedo quindi cosa succeda pochi metri più avanti, in corrispondenza di piazza Verdi, quando sono presenti sia marciapiede che stalli di sosta, come si vede dalla foto).

Mi è venuto quindi da domandarmi se è giusto sacrificare la sicurezza di chi passeggia in questa strada a favore di qualche veicolo lasciato in sosta che potrebbe benissimo stare in un garage o parcheggiato fuori le mura, sapendo quali sono gli obiettivi del Piano della Mobilità Sostenibile che il comune ha adottato, oltre alle discussioni riguardo la mobilità e la sicurezza stradale, molto attuali nel nostro Paese. Credo che sia necessario ripensare all’uso delle nostre strade e del nostro spazio pubblico, a favore di maggior sicurezza, comfort e, perché no, bellezza dei luoghi della nostra città.

Vi ringrazio per l’attenzione e spero di poter contribuire a un sano dibattito riguardo questa tematica e molte altre collegate, che spesso ho il piacere di leggere sul vostro giornale.

Andrea Boni

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com