Attualità
10 Dicembre 2023
Giornalista e sindacalista del settore, ha lavorato per molti anni al quotidiano Il Resto del Carlino e ha ricoperto ruoli di vertice in Fnsi, Associazione Stampa Emilia-Romagna e Inpgi

Giornalismo in lutto, muore Marco Gardenghi

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Morì sul lavoro in Borgo Punta. Si attende l’udienza preliminare

Si attende la fissazione dell'udienza preliminare del processo per l'incidente mortale in cui perse la vita Miz Mohamed Fawzy Abdou, operaio edile 36enne di nazionalità egiziana, impegnato in un cantiere per la ristrutturazione col Superbonus 110% di un palazzo in via Borgo Punta, al civico 187

Sobbe (La Nena): “L’idrovia così com’è stata pensata non si farà mai”

"L'idrovia così com'è stata pensata non si farà mai, non sarà mai effettivamente funzionante e sfido chiunque a pensare che le navi di IV classe europee possano passare sotto il ponte di San Giorgio". A dirlo, durante la IV commissione presieduta da Tommaso Mantovani (M5S) è Georg Sobbe titolare de La Nena sas

Il mondo del giornalismo è in lutto per la morte a 69 anni del ferrarese Marco Gardenghi, giornalista e sindacalista del settore che ha lavorato per molti anni al quotidiano Il Resto del Carlino, dove era entrato a fine anni ’70 sotto la guida del capo redattore Giorgio Resca.

Gardenghi è stato presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna (Aser) dal 1998 al 2004 e componente della Giunta Esecutiva della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (Fnsi) dal 2004 al 2011. Dal 2001 al 2011 è stato responsabile del Dipartimento emittenza radiotelevisiva locale della Fnsi. Inoltre è stato consigliere generale dell’Inpgi e fiduciario Inpgi dell’Emilia-Romagna. Fu, fra l’altro, uno dei padri del contratto Aeranti Corallo.

Recentemente, lo scorso giugno, Gardenghi era stato nominato presidente del Gruppo giornalisti pensionati dell’Emilia-Romagna, eletto dal nuovo direttivo regionale dell’Ungp (Unione Nazionale Giornalisti Pensionati) insediatosi dopo le recenti elezioni.

Marco Gardenghi è stato tra i fondatori di Radio Ferrara Centrale ed era un grande appassionato di musica jazz, nonché di rugby, tanto che seguiva anche in trasferta il Rovigo. Lascia la moglie Vita e la figlia Elisabetta.

I funerali in forma laica sono fissati nel primo pomeriggio di venerdì 15 dicembre nell’Aula del Commiato della Certosa di Ferrara. Nella giornata di venerdì, in segno di lutto, gli uffici Aser saranno chiusi e verrà convocato un direttivo straordinario a Ferrara.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com