Basket
4 Dicembre 2023
Il coach biancazzurro non nasconde l’amarezza al termine della prima sconfitta casalinga contro Cremona. “Loro sono stati bravi, sono stati evidenziati nostri limiti in difesa. I cori? Se fossi un problema sarei il primo a salutare”

Ferrara Basket, Furlani: “Merito ai nostri avversari, difesa un nostro limite”

(Foto di Riccardo Giori)
di Redazione | 3 min

Leggi anche

Giara Vigarano in scena a Bolzano contro l’Alperia

Dopo il brutto ko casalingo contro Umbertide, appuntamento esterno, nel tardo pomeriggio di sabato 24 febbraio alle ore 18.30, per la Giara del coach Andrea Castelli, di scena al Pala Mazzali di Bolzano contro l’Alperia

Giovanili Despar 4 Torri, vittoria scaccia-crisi per l’Under 14 in una settimana difficile

Nella settimana di partite, l'Under 14 Silver della Despar 4 Torri conquista una preziosa vittoria contro Gallo, segnando un successo importante dopo un periodo difficile. Con una rimonta guidata da Obaseki e tiri liberi cruciali, vincono 64-58. Al contrario, l'Under 17 Silver cade contro il Basket Estense 2011 (56-38), mentre gli Esordienti perdono nettamente contro la Matilde Basket Bondeno (65-10), evidenziando difficoltà difensive e offensive

di Nicolò Govoni

Interviene coach Furlani dopo la prima sconfitta casalinga del Ferrara Basket contro Sansebasket, che ha espugnato la Bondi Arena 88 a 93. Al termine di una partita mai in controllo dei biancazzurri, qualche coro contro il coach si è alzato dalla curva: forse ci aspettava di più dopo la bella vittoria di Milano, ma la difesa ha creato non pochi problemi al quintetto biancazzurro.

È arrivata la prima sconfitta in casa, figlia di una brutta prestazione: “Sansebasket sta giocando la pallacanestro migliore, e l’ha dimostrato. Non mi sembra che i ragazzi fossero scarichi, né superficiali. È subentrata forse la tensione in difesa, dove siamo stati sempre in balìa delle loro guardie, senza trovare rimedio alle situazioni create da Bona e Vecchiola. Da lì abbiamo arrancato, e alla fine abbiamo perso fiducia e continuità. Il merito va a Sansebasket, noi abbiamo il demerito in alcuni frangenti, soprattutto in difesa: è un nostro limite, che stasera è stato evidenziato in maniera eclatante”.

Bona e Vecchiola sono state due spine nel fianco della retroguardia biancazzurra: “Sulla parità hanno recuperato con un fallo sotto canestro e poi Bona si è messo in proprio: sono stati bravi. Noi rincorriamo sempre di fronte alla prima difficoltà della partita, e all’ennesima subentra la sfiducia. Dopo la vittoria fuori casa forse la pressione ha giocato un brutto scherzo”.

Arriverà subito una reazione da parte della squadra? “I ragazzi sono professionisti e hanno esperienza, hanno già vissuto momenti del genere e non credo che una sconfitta possa precludere le possibilità di arrivare il più in alto possibile. Ho sempre sottolineato le nostre difficoltà ad allenarci a certe intensità, e ultimamente ciò non stava accadendo: il mio non era vittimismo. Chi è professionista, comunque, sa che queste cose possono accadere, e che al rientro in palestra si dovrà fare qualcosa in più”.

Qualcosa dovrebbe muoversi sul mercato in entrata: “La società, nonostante gli sforzi già fatti, si è resa disponibile a intervenire sul mercato, non per penalizzare i nostri giocatori, ma per cercare di aggiungere: c’è voglia di crescere e andare avanti con obiettivi che non siano legati a una singola partita”.

Si chiude il girone di andata, e il coach biancazzurro fa un bilancio: “La realtà è questa: è un girone equilibrato e livellato verso l’alto. Noi abbiamo iniziato in maniera molto negativa, trovando poi continuità e una fluidità di gioco che ci ha permesso di fare qualche risultato importante. Credo che questa squadra abbia le caratteristiche per recitare un ruolo importante. Ci sono giocatori che hanno bisogno di essere se stessi e di giocare al 100%, anche se vengono da categorie più alte: dobbiamo renderci conto che in certi momenti è necessario sbucciarsi le ginocchia e giocare in mezzo al fango. Quando capiremo anche questo, allora verranno fuori le potenzialità assolute della squadra. Questa sera qualcuno ha dato di meno, ma forse non siamo riusciti a innescarlo”.

Qualche coro contro il coach nel finale: “Se dovessi essere il problema sarei il primo a salutare. Sicuramente non voglio fare polemiche, però c’è mancanza di rispetto non nei miei confronti, ma verso il lavoro che stiamo facendo durante la settimana lavoriamo: se la società riterrà ciò sbagliato, allora non ci sarà nessun problema”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com