Economia e Lavoro
3 Dicembre 2023
Carion: “Questa giornata testimonia il dialogo continuo che teniamo con le istituzioni territoriali e la volontà di operare per il bene delle imprese”

Assemblea Cna. “Un tempo di grandi cambiamenti e emergenze sociali ed economiche”

di Redazione | 4 min

Leggi anche

Zamorani: “Io anticlericale faccio il tifo per Perego”

Potrebbe trattarsi di "un'apparente contraddizione" spiega, "ma il fatto è che viviamo in tempi grami". Tempi nei quali "ci troviamo alla novità del senatore Balboni che sembra invocare la pubblica abiura per il Vescovo Perego"

“Un tempo di grandi cambiamenti e di continue emergenze sociali ed economiche non può che essere affrontato con uno sforzo di Ri-generazione capace di ricollocare il territorio in un contesto di relazioni economiche e connetterlo con le grandi direttrici dello sviluppo, regionale e nazionale. Contemporaneamente bisogna ricongiungere le generazioni attuali di imprenditrici e imprenditori a quelle future, che dovranno inserirsi nel mondo del lavoro e affrontare le grandi sfide che ci aspettano”. Il presidente provinciale Davide Bellotti ha dato il via, sabato 2 dicembre, con la propria relazione annuale, all’assemblea provinciale di Cna Ferrara.

“La difficoltà delle imprese a trovare personale qualificato – spiega -, e la parallela difficoltà dei giovani a trovare lavoro, è uno dei paradossi che va assolutamente affrontato e che blocca la capacità del Paese, e del nostro territorio, di crescere oltre un certo livello”.

Per raggiungere questi obiettivi è necessario uno sforzo che coinvolga tutti, e in particolare le associazioni imprenditoriali e le istituzioni: “Bisogna ricollocare Ferrara sulle grandi direttrici di sviluppo territoriali e nazionali, come la Zls , la zona logistica semplificata del porto di Ravenna”.

La mattinata è stata coordinata dal direttore provinciale di Cna Matteo Carion che spiega come “questa giornata testimonia il dialogo continuo che teniamo con le istituzioni territoriali e la volontà di operare per il bene delle imprese”.

L’assessore al bilancio Matteo Fornasini, in rappresentanza del sindaco di Ferrara Alan Fabbri, ha rivendicato la mole di investimenti effettuati e programmati dal comune di Ferrara: “136 milioni di euro investiti sul territorio nel periodo 2019-2023 ha detto – di cui 64 impegnarti da risorse dirette del comune e 154 milioni di stanziamenti nel triennio a venire”.

Cogliendo la sollecitazione del presidente Bellotti, Paolo Govoni, vicepresidente della Camera di Commercio di Ferrara e Ravenna, ha auspicato che vengano “firmati al più presto i decreti attuativi della Zls”  (Zona logistica semplificata) per il porto di Ravenna, che “porterebbe a Ferrara importanti vantaggi in termini di crescita e occupazione”. Govoni ha colto l’occasione per un primo positivo bilancio della neonata Camera di Commercio a sei mesi dalla nascita.

Paolo Calvano assessore al bilancio della regione Emilia Romagna, ferrarese, ha individuato una serie di obiettivi che la Regione ha fatto propri: tra questi, “la necessità di percorsi formativi ad hoc che permettano ai giovani di realizzarsi professionalmente e alle imprese di trovare le competenze di cui hanno bisogno”. Inoltre, “puntare sull’innovazione e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale per trasformarla in un’opportunità a tutto tondo”.

Il presidente regionale di Cna, Paolo Cavini ha sottolineato l’importanza del sistema imprenditoriale emiliano-romagnolo rappresentato da Cna: “Siamo disponibili alla massima collaborazione con le istituzioni per progettare il futuro di questo territorio regionale a partire dalle imprese. Implementare l’intelligenza artificiale in azienda è una delle sfide che ci attendono: una sfida da non sottovalutare per le piccole e medie imprese”.

Le relazioni tecniche sono state tenute dal professor Marco Bettiol dell’Università di Padova e dalla dott.ssa Alice Rizzo di Upskill 4.0. Il professor Bettiol ha individuato le due sfide che oggi coinvolgono il mondo artigiano: la mancanza di ricambio generazionale e l’età avanzata degli imprenditori da un lato, dall’altro la capacità di introdurre innovazione e digitalizzazione in azienda abbinandoli a percorsi di formazione continua. La dott.ssa Rizzo ha illustrato il progetto Upskill 4.0: startup dell’Università di Venezia nata per coniugare innovazione, istruzione tecnica e opportunità di incontro tra domanda e offerta di lavoro.

All’assemblea era presente il segretario generale di Cna Otello Gregorini, che ha formulato le conclusioni: “le piccole e medie imprese chiedono alle istituzioni – nazionali e regionali – una programmazione economica costante e non ideologica, che eviti strattoni e repentini cambi di marcia. Inoltre, è necessario che le politiche siano pensate prima di tutto per la piccola media imprese, che rappresenta il 95% delle aziende italiane”.

La mattina si è conclusa con l’assegnazione a quindici imprese del Premio Rigenerazione artigiana 2023:

Biscofarm, Fiscaglia – Biscotti naturali per cani e gatti; Carpenteria Grillanda, Ferrara – Saldatura, costruzione, lavorazione lamiere; Carpenteria metallica centese, Cento – Taglio, piegatura e sagomatura di lamiere ed altri materiali; Cromia Fx, Portomaggiore –  Wearing art; Fornasini Mauro, Ferrara – Condizionamento, refrigerazione, riscaldamento; Guercini Impianti, Terre del Reno – Progettazione e installazione di impianti elettrici civili e industriali; Italfreddo, Masi Torello – Trasporto alimenti surgelati e logistica; Marina levante, Comacchio – Stabilimento balneare (bagno Ipanema); Ocma, Ostellato – Serramenti, infissi, basculanti e portoni sezionali; Podere Belvedere, Ferrara – Agricoltura e prodotti cosmetici naturali; Statale 309, Comacchio – Produzione liquori tipici; Stil.Mec, Portomaggiore – Produzione di particolari meccanici di precisione; Tailor-Engineering, Argenta – Consulenza geotecnica nel settore delle infrastrutture e del dissesto idrogeologico; Uspa, Gorino – Ristorante; Vi.Ret. Vigarano rettifiche, Vigarano – Rettifiche industriali

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com