Politica
2 Dicembre 2023
Avs apre alla possibilità, ma preferirebbe primarie o consultazioni dal basso

Ticket Anselmo-Calafà. Iv e +Europa non ci stanno

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Carabiniere picchiato in Gad. Il raid per gelosia

Sono un padre, 46enne di nazionalità macedone, e suo figlio di 22 anni gli autori dell'aggressione ai danni del carabiniere del Norm di Ferrara che, nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio, mentre si trovava fuori servizio, è stato picchiato in via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l'Agenzia delle Entrate, dietro la stazione ferroviaria, in Gad

Cpr, il Ministero non smentisce la costruzione a Ferrara

Il Ministero dell’Interno non conferma quanto detto dal senatore Alberto Balboni sul passo indietro in merito alla costruzione di Centro di permanenza per i rimpatri a Ferrara. A mettere in imbarazzo la maggioranza è lo stesso sottosegretario del Viminale, Emanuele Prisco, in quota Fratelli d’Italia

Darsena, poco da festeggiare

Oggi verrà inaugurata la fine degli infiniti lavori in via Darsena. Ma fermi un attimo, prima di scatenare il tripudio e la gioia, riflettiamo su cosa effettivamente stiamo celebrando. Questo progetto è frutto dell'opera dell'amministrazione precedente, datata 2016. E non dimentichiamoci dei 18 milioni di finanziamento ottenuti nel 2018

L’ipotesi di un ticket Anselmo-Calafà, emersa nel corso della segreteria comunale del Partito democratico, non ha spostato le posizioni di coloro che fino ad oggi si sono mostrati i più intransigenti di fronte all’ipotesi di candidare sindaco l’avvocato dei casi Cucchi e Aldrovandi.

“Un disegno che non ci interessa” dice senza misura Federico Orlandini, coordinatore provinciale dei renziani. “Italia Viva ha partecipato agli incontri del Tavolo dell’alternativa con intenti diversi, ossia perseguire il progetto di creare un’area alternativa”.
“Non siamo disposti a proseguire nella direzione apparsa pubblicamente – riprende Orlandini -, siamo fortemente convinti che la nostra città abbia assolutamente bisogno di altro; continueremo a lavorare per un’offerta politica diversa e non ci arrendiamo al populismo di una parte e al sovranismo dell’altra”.

Da qui l’appello “a chiunque non voglia rassegnarsi a queste due alternative”.

Mario Zamorani di +Europa ragiona di fisica: “mettere insieme polo positivo e polo negativo non è possibile in scienza. Farlo in politica è un non sense. Rimango fermo nei miei convincimenti. Ma soprattutto: chi vuol fare il ticket ha chiesto ai diretti interessati se sono d’accordo? Altrimenti si specula sul sesso degli angeli”.

Più possibilista invece Sergio Golinelli di Alleanza Verdi-Sinistra: “il ticket potrebbe essere preso in esame”. Ma avverte: “bisogna parlarne non sulla stampa ma nella sede appropriata. Per noi le priorità rimangono l’unità della coalizione, un programma leggibile e alternativo rispetto al presente e anche al passato recente e avere una persona giusta per interpretarlo”.

E in questo momento il centrosinistra ha “due persone i cui meriti sono unanimemente riconosciuti. Troviamo ora un percorso che ci porti a fare una scelta garantendo l’unità del tavolo. Non ci sono contrasti sul perimetro attorno al quale costruire una alternativa al governo della città. E se c’è la speranza di poter vincere bisogna scegliere il candidato che incrementi questa speranza”.

Golinelli chiede quindi un nuovo incontro del Tavolo, per riprendere dal punto in cui si è interrotto il discorso:” convocare i due candidati per sentire da loro le cose che ci possono aiutare a fare le successive valutazioni. Un altro impegno preso in quella sede era quello di trovare una strada per dialogare con quelle sensibilità ancora fuori dal tavolo e che sono emerse in questi mesi”.

Golinelli però non rinuncia all’ipotesi primarie, strada al momento invisa a entrambi i papabili candidati. “Per me se ci sono margini per le primarie, questi vanno utilizzati – spiega -. E se non saranno primarie si possono fare consultazioni dal basso o riprendere in considerazione il ragionamento sulla ipotetica squadra di governo”.

Infine un tentativo di scuotere il Pd, che ad oggi non si è ancora espresso a favore dell’uno o dell’altra figura: “spero che chi si è preso la responsabilità di convocare il tavolo prenda finalmente una decisione”.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com