Portomaggiore
30 Novembre 2023
Oggi giovedì 30 novembre una conferenza in modalità online farà il punto finale sugli interventi svolti. Nel Ferrarese finanziati interventi al Museo dei Fadieni del Verginese e al Palazzo Ottagonale di Ariano

Gal Delta 2000: conferenza conclusiva del progetto Mab Unesco

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Terzo mandato. Padovani pronto a ricandidarsi a Mesola

“Getto il cuore oltre l’ostacolo”. Gianni Michele Padovani offre la sua disponibilità ad essere il candidato sindaco di Mesola per il terzo mandato consecutivo. Il nuovo decreto elezioni ha dato il via libera per allungare di un lustro l’esperienza amministrativa da primo cittadino nei comuni che hanno tra i 5 e i 10mila abitanti

Dopo cinque anni di lavori, giunge a chiusura il progetto “Mab Unesco – Riserva della Biosfera Delta del Po”, realizzato all’interno del programma Leader della Misura 19 dei Piani di Sviluppo rurale 2014-2020 Regione Emilia-Romagna e Regione Veneto. Oggi pomeriggio, giovedì 30 novembre, a partire dalle 15, una conferenza in modalità online farà il punto finale sugli interventi svolti e sul valore del progetto.

Il progetto, realizzato di congiunto dai Gruppi di Azione Locale Delta 2000 e Polesine Delta Po (in stretta collaborazione con i due Parchi Regionali del Delta del Po), ha utilizzato una dotazione finanziaria di oltre 450 mila euro: grazie ai quali sono stati realizzati importanti interventi, conclusi nel corso dell’estate 2023, su cinque eccellenze storico-archeologiche distribuite nel territorio deltizio emiliano-romagnolo e veneto.

L’obiettivo non era solo quello di migliorare le dotazioni, le attrezzature e l’attrattività dei singoli luoghi coinvolti, ma anche e soprattutto di metterli ulteriormente in connessione: sviluppando strumenti di promozione e di fruizione – una specifica mappatura, nuovi itinerari e percorsi emozionali, un’attenzione particolare all’accessibilità – in grado di fornire un’offerta strutturata legata a un patrimonio tematicamente ricchissimo, e certamente attraente non solo per il visitatore interessato al turismo lento, ma anche più in generale per i milioni di turisti estivi che scelgono le spiagge vicine al Delta del Po.

Nel dettaglio, i singoli interventi sono stati i seguenti.

In area veneta si è lavorato su due luoghi, i cui interventi di qualificazione, valorizzazione e messa in sicurezza sono stati finanziati dal Gal Polesine Delta del Po.

Nel Comune di Ariano nel Polesine gli interventi hanno riguardato la qualificazione e la valorizzazione del sito archeologico di San Basilio, attraverso azioni di infrastrutturazione, messa in sicurezza, manutenzione straordinaria, allestimenti e azioni di informazione.

Nel Comune di Loreo gli interventi hanno riguardato più in generale il centro storicocittadino: sono stati posizionati totem turistico-informativi dotati di QR Code interattivi, e sono satati realizzati gli allestimenti dell’Antiquarium e del Teatro Zago.

Sul versante emiliano-romagnolo, si è lavorato su tre siti museali, grazie ai finanziamenti del Gal Delta 2000.

Ad Ariano Ferrarese, nel Comune di Mesola, è stata finanziata la risistemazione del Palazzo Ottagonale: il che ha permesso, al piano nobile, di creare uno spazio suggestivo e interattivo, in grado di ospitare esposizioni e iniziative diverse.

Alla Delizia Estense del Verginese, nel Comune di Portomaggiore, gli interventi hanno permesso un upgrade del Sepolcreto dei Fadieni, importante sezione museale dedicata a un antico insediamento romano: con l’inserimento di totem bilingue, di nuove teche, di specifiche ricostruzioni tridimensionali.

Infine, al Museo Classis di Ravenna, il finanziamento progettuale è stato fondamentale per allestire due nuove sezioni museali – rispettivamente dedicate a “Pregare a Ravenna” e “Vivere a Ravenna” – recentemente inaugurate e destinate ad implementare non solo il richiamo turistico ma anche quello didattico del Museo stesso, gestito dalla Fondazione Parco Archeologico di Classe RavennAntica.

Il progetto, condiviso tra i due Gal e i Parchi, è stato anche l’occasione per una confermata sinergia, che ha come obiettivo la valorizzazione di un territorio dalle forti potenzialità ancora inespresse totalmente: per il Grande Delta del Po senza barriere e senza confini.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com