Eventi e cultura
29 Novembre 2023
Venerdì 1 dicembre in Sala Verde della Camera del Lavoro incontro con le autrici Alessandra Facchi e Orsetta Giolo

Presentazione del libro “Una storia dei diritti delle donne”

di Redazione | 1 min

Leggi anche

“I Romani nel Delta del Po”: la storia archeologica di Voghenza raccontata da Alberto Andreoli

La conferenza "I Romani nel Delta del Po" si terrà martedì 27 febbraio 2024 alle 17 presso la Biblioteca Ariostea di Ferrara. Alberto Andreoli approfondirà la storia archeologica di Voghenza e del Polesine di San Giorgio, con particolare attenzione agli scavi e alle scoperte avvenute tra il Sette e l'Ottocento. L'evento sarà anche trasmesso in diretta video sul canale YouTube Archibiblio web.

Prosegue il calendario delle iniziative sulle tematiche di genere. Venerdì 1 dicembre in Sala Verde della Camera del Lavoro (piazza Verdi, 5) alle ore 16 sarà presentato il libro delle docenti Alessandra Facchi e Orsetta Giolo “Una storia dei diritti delle donne” (edizioni Il Mulino).

Le autrici saranno in dialogo con Stefania Guglielmi presidente Udi Ferrara e Francesca Battista della segreteria Cgil Ferrara .

L’iniziativa è promossa da Cgil Ferrara, Udi Ferrara, Coordinamento Donne Spi Cgil Ferrara e provincia.

Sentiamo parlare di diritti umani e di diritti delle donne: raramente la prospettiva è quella dei diritti umani delle donne. È questo il mestiere di questo libro: tratteggiare le linee fondamentali di un percorso che è innanzitutto un storia del pensiero giuridico. Filosofe del diritto, le autrici si incamminano per i secoli fino a giungere al secolo XX e alla comprensione dei diritti delle donne all’interno dei diritti umani. Un’efficace ricognizione, con solide radici nella cultura europea capace di contribuire al dibattito contemporaneo che intreccia tematiche come la gestazione per altri, la mercificazione del corpo, il rapporto con diritti religiosi e culturali.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com