Ostellato
23 Novembre 2023
Anpi: "La situazione politica sia nazionale che internazionale che si sta vivendo è straordinariamente drammatica"

Anpi. Valutazioni politiche e nuova segreteria a Ostellato

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Scritte fasciste a Dogato. Anpi: “Denunciamo e vigiliamo”

"Dogato non si merita un oltraggio simile". È il grido d'allarme lanciato dall'Anpi di Ostellato dopo la comparsa su un muretto del paese della scritta "boia chi molla" e, come si vede dalla foto, di "1312" che starebbe per Acab (All Cops Are Bastard).

Anche l’Anpi di Ostellato si mobilita contro la guerra

Ostellato. Anche la sezione Anpi di Ostellato ha aderito all’iniziativa indetta dalla Rete per la Pace organizzando un banchetto presso il mercato settimanale e partecipando, con una delegazione, al flash mob di Comacchio. "L’escalation - dicono - che sta subendo...

Fa finta di aver perso la patente, ma non l’ha mai conseguita

È stato fermato alla guida dell’auto dai carabinieri durante un controllo di routine della circolazione stradale. Il conducente, un giovane di 21 anni, all’atto dell’identificazione ha esibito come documento di guida una denuncia di smarrimento della propria patente

Baricordi: “Aumento diritti segreteria colpirà i cittadini”

Stando a quando afferma Alex Baricordi, capogruppo di Centro Destra Civico dell'Unione dei comuni Valli e Delizie, la cui giunta, "composta dai sindaci Elena Rossi, Andrea Baldini e Dario Bernardi, ha disposto un considerevole aumento dei diritti di segreteria per le pratiche urbanistiche a partire dal 1° gennaio scorso"

Nei giorni scorsi si è tenuta l’Assemblea della sezione Anpi di Ostellato per trattare la situazione politica in generale e la nomina della nuova segreteria  locale a seguito di alcune dimissioni. Si è ribadito che “la situazione politica sia nazionale che internazionale che si sta vivendo è straordinariamente drammatica”.

“E che la nostra associazione deve essere sempre impegnata per contrastare l’attacco di questo governo  al diritto di sciopero, alla democrazia, alla nostra storia, in pratica alla nostra Costituzione. Il tentativo del governo di limitare il diritto di sciopero colpendo l’autonomia del sindacato è un altro pesantissimo tassello nel più generale assalto alla Costituzione”.

Altro motivo di profonda preoccupazione sono “le guerre in corso nel mondo (Secondo i dati dell’Università svedese di Uppsala, in questo momento sono in atto 170 conflitti) che sterminano indiscriminatamente civili indifesi, in Ucraina, in Israele e nella striscia di Gaza dove si sta compiendo un vero genocidio”.  

“E la storia – dicono – si ripete all’infinito perché gli obiettivi sono sempre gli stessi: i civili”. 

“E orrore chiama altro orrore”. Dunque la strada resta una sola: “Riprendere per mano la pace”. E l’Anpi, dopo aver promosso insieme a oltre 100 associazioni con capofila la Cgil, l’iniziativa nazionale dello scorso 7 ottobre la invoca ovunque, “in ogni città per chiedere innanzitutto  il cessate il fuoco e la pace in Palestina ed in tutto il mondo”.  “Perché nel nostro nuovo tempo di terrore si parla dell’arma atomica come di un’eventualità, certo ultima, ma possibile a determinate condizioni. Siamo alla banalizzazione della guerra nucleare”.

Ma grazie alla “memoria attiva abbiamo la capacità di utilizzare l’esperienza del passato per incidere sulla situazione presente. Per questo l’assemblea ha convenuto fortemente che le azioni da mettere in campo sono la formazione dei giovani e dei giovanissimi intervenendo nelle scuole di ogni ordine e grado con il racconto della nostra storia recente, anche locale, per ribadire che per mantenere la pace bisogna sapere, conoscere, indagare e ragionare”. 

L’Anpi “non può essere solo l’associazione che commemora ma deve essere una struttura che a partire dall’antifascismo  pone in primis la difesa della Costituzione, della democrazia, il rispetto dei diritti civili e della pace”. 

A tale proposito si sono ricordate le iniziative già svolte con l’Istituto Agrario Navarra di Ostellato da  aprile  a maggio consistente nell’allestimento della mostra “Differenti, volti e sguardi della resistenza”, nell’incontro con alcune classi per parlare di democrazia, di resistenza ed infine nel consegnare le foto dei monumenti ai caduti di Ostellato per ricordare che anche nei nostri territori  ci sono state persone che hanno dato la vita per la nostra libertà.    

In conclusione dell’assemblea si è votato la nuova segreteria della sezione di Ostellato che sarà presieduta da Luca Roverati capostazione  di Fer e già dirigente sindacale della Cgil, e composta da Daniela Fuschini , Giuliano Orlandi, Luisa Ferroni, Marco Scalisi e Gianfranco Rinaldi.

Mentre il collegio dei revisori sarà presieduto da Laura Pancaldi e composto da  Giuseppe Pazi, Alessandra Soatti. 

All’assemblea erano stati invitati anche alcuni iscritti Anpi di Migliarino, Migliaro e Massafiscaglia per valutare la possibilità di costruire una unica sezione fra i comuni di Ostellato e Fiscaglia e tutti i presenti hanno approvato questo  progetto.  

Al termine l’incontro è stato concluso dal Presidente provinciale Roberto Cassoli.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com