Cronaca
2 Luglio 2023
In un pacco la Polizia trova 65 grammi di marijuana. Il giovane, 23 ani, ha patteggiato la pena di 8 mesi

Acquistava droga sul Dark-Web: arrestato e condannato

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Va dal legale per il divorzio e si scoprono tre anni di violenze del suocero

Un 72enne di nazionalità italiana sarà processato davanti al collegio del tribunale di Ferrara con la duplice accusa di stalking e violenza sessuale nei confronti della moglie di suo figlio, una 30enne di origini straniere, di cui avrebbe approfittato e abusato sotto ricatto, mentre la giovane viveva sotto il suo stesso tetto

Processo Denis Bergamini. La sentenza a fine luglio

Dopo oltre due anni e mezzo di udienze con l’escussione di più di cento testimoni, il processo a carico di Isabella Internò, unica imputata, con l’accusa di concorso in omicidio, per la morte del calciatore del Cosenza Denis Bergamini avvenuta a Roseto Capo Spulico il 18 novembre 1989, è ormai ai titoli di coda

A processo per corruzione. Assolta Barbara Paron

Il collegio del tribunale di Ferrara ha assolto con formula piena Barbara Paron, ex sindaco di Vigarano Mainarda e presidente della Provincia di Ferrara, inizialmente accusata di corruzione perché - secondo quanto sostenuto dalla Procura - aveva intascato una tangente tra i 5 e i 10mila euro da parte dell'imprenditore Parid Cara per evitare che la sua impresa, che aveva in gestione l'impianto di biogas Ca' Bianchina, pagasse il rifacimento della via Frattina

Sfruttò la figlia della compagna. “L’aveva vista crescere, pensavo le volesse bene”

"C'erano complicità e affetto perché l'aveva vista crescere e pensavo le volesse bene come a una figlia". È iniziata ieri (mercoledì 22 maggio) con la testimonianza in aula della madre della presunta vittima, la fase dibattimentale del processo a carico del 57enne ferrarese Davide 'Magno' Magnani, già responsabile dell'associazione MeravItalia, finito in manette durante l'operazione Angel&Devil, a seguito di un servizio della trasmissione televisiva Le Iene

Acquistava droga nel dark-web, l’universo oscuro di internet raggiungibile solo attraverso specifici software. E aveva fatto un ordine all’estero.

Sulle tracce di questo commercio telematico illegale c’erano però anche gli uomini della Squadra mobile di Ferrara. I poliziotti stavano monitornado infatti da qualche giorno una spedizione internazionale che si sospettava potesse contenere droga. Gli inquirenti hanno effettuato quindi tutti i necessari approfondimenti, scoprendo che il destinatario era un ragazzo di 23 anni residente nel capoluogo estense.

Pertanto, dopo aver avuto conferma che il pacco fosse giunto a destinazione, gli uomini della Questura hanno effettuato un servizio di appostamento e di osservazione, attendendo che la consegna fosse effettuata presso l’indirizzo monitorato.

Accertato, dunque, che la spedizione fosse andata a buon fine, gli agenti hanno deciso di intervenire nell’abitazione e qui i sospetti si sono rivelati fondati: aprendo il pacco, infatti, sono stati rinvenuti circa 65 grammi di marijuana contenuti all’interno di una busta per caramelle. I successivi accertamenti hanno permesso di evidenziare che la droga era stata acquistata on-line, molto probabilmente sui canali del dark-web.

La perquisizione è stata, quindi, estesa anche al resto dell’abitazione, consentendo di sequestrare altri 65 grammi della medesima sostanza, circa 6 grammi di hashish e un bilancino di precisione.

Il 23enne è stato quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Questa mattina, sabato 1 luglio, l’arresto è stato convalidato dal gip e il giovane, difeso dall’avvocato Denis Lovison, processato per direttissima.

Difesa e pubblica accusa, rappresentata in giudizio dal pm Alberto Savino, hanno concordato la pena di 8 mesi di reclusione, con beneficio della sospensione e della non menzione, e 1.500 euro di multa. Pena accordata dalla giudice Sandra Lepore.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com